Bimba cieca riacquista la vista | Tutto accade grazie a un angelo

Una macchia bianca e la vista che si abbassa sempre di più. Protagonista di questa tragica vicenda è una bambina di soli 4 anni e che un “angelo” ha salvato.

Una cecità momentanea, ma che ha reso invalidante la vita della piccola per 5 mesi. Poi l’arrivo di un uomo che ha deciso di prendere a cuore la sua situazione.

photo web source

La vista che cala: la malattia di una bambina

Nessuno mai avrebbe immaginato che la sua triste storia avesse trovato un epilogo felice. La piccola Maria Clara aveva quasi perso le speranze e con lei, anche la sua mamma. C’era qualcosa di strano che la donna aveva notato nell’occhio di sua figlia: una macchia bianca che, prima, non aveva mai visto.

L’allarme, il bendare l’occhio della piccola nella speranza che la cosa passasse nel giro di qualche giorno. La mamma sperava, anche, che la piccola riuscisse a vedere bene con l’altro occhio, cosa che in realtà non è stata.

Al contrario: la bambina, spaventata, aveva detto di non riuscire a vedere più nulla nemmeno con l’altro occhio. Se quello destro aveva la macchia bianca e poteva esserci un impedimento nella visione, ora anche in quello sinistro (apparentemente sano) c’era qualcosa che non andava.

L’angoscia, la paura di qualcosa di irreversibile, portano madre e figlia in ospedale. Da lì, i medici danno una diagnosi che, ad una bambina di 4 anni, non era mai stata fatta: quella di cataratta. Una patologia tipica dell’età avanzata ma che, invece, ora ha colpito una bambina così piccola.

Un intervento costoso: ma arriva un “angelo”

Purtroppo però, la piccola Maria Clara non può immediatamente sottoporsi all’intervento chirurgico per riacquistare la vista. Per 5 mesi, i più lunghi della sua vita e di quelli della sua famiglia, la piccola ha visto abbassarsi la vista sempre più rapidamente, dovendo così rinunciare alla sua vita quotidiana e, anche, ai suoi giochi.

Non può più andare nemmeno a scuola e sua mamma, per prendersi al meglio cura di lei, ha smesso di lavorare. L’unica soluzione che resta è quella di avviare una raccolta fondi per l’intervento della piccola, via online, raccontando a tutti la storia di Maria Clara.

La piccola Maria Clara – photo web source

Ma non sono stati in tanti ad aiutare madre e figlia, bensì una sola persona: un uomo d’affari, il quale venendo a sapere per puro caso la storia di questa bambina, ha pagato di tasca sua i due interventi necessari per ridonare la vista e la vita a questa piccola.

Che grande emozione, eravamo così felici quando si è accorta che avevamo spostato i mobili quando non vedeva più” – sono state le prime parole della madre di Maria Clara quando, dopo mesi e mesi di attesa, la piccola ha riacquistato la vista.

Un intervento che le ha salvato la vita sì, ma che non ha ancor posto fine al suo calvario. Ora la piccola dovrà effettuare alcuni trattamenti per la stimolazione della vista e, per questo, la raccolta fondi non si è fermata.

Quasi 5000€ sono stati raccolti: Avrà anche bisogno di alcune medicine ed occhiali speciali. Quindi userò i soldi per questo. È un aiuto prezioso perché sono disoccupata. Sono molto grata a tutti coloro che ci hanno aiutato” – ha concluso la madre della piccola con le lacrime agli occhi.

L’intervento di un Angelo, ma anche tante altre persone che non hanno lasciato sole madre e figlia in questo momento di grande difficoltà.

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Lalucedimaria.it scrivendoci al seguente indirizzo: redazione@lalucedimaria.it