Bellissima poesia preghiera di padre Matteo la Grua

candela

LA CANDELA (P. Matteo La Grua)

La mia stanza è una chiesa,
il letto mio un altare,
io una candela accesa
che si sta a consumare.

Si consuma, ma ignora
Quanto ancora le resta:
saran due, sarà un’ora?
Essa scuote la testa,

e batte celermente
in quella oscurità
le ciglia sonnolente,
come a dir: Chi lo sa?

Poi si raddrizza e tace,
ed arde senza pianto;
è intenta in quella pace
ad ardere soltanto.

Nell’ombra di una chiesa,
sopra un modesto altare,
c’è una candela accesa
che si sta a consumare.

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Lalucedimaria.it scrivendoci al seguente indirizzo: [email protected]