Attenzione alle false Profezie e ai falsi Profeti.

La-veggente-Baba-Vanga

Continuiamo a proporvi falsi profeti e falsi veggenti, che comunque hanno un seguito ed influenzano in maniera negativa le persone che seguono le loro previsioni il più delle volte sballate e confusionarie. Ma basta che una premonizione si avvicini in qualche modo alla realtà, che subito scoppia il finimondo e tutti cominciano a ricercare in maniera spasmodica tali profezie. Il caso che vi proponiamo è quello di una donna Macedone che è stata ribattezzata la Nosferatu dei Balcani alcune sue profezie sono divenute celebri quanto ingannatorie. E come dice Gesù nel Vangelo:

Guardatevi dai falsi profeti che vengono a voi in veste di pecore, ma dentro son lupi rapaci. 16Dai loro frutti li riconoscerete. Si raccoglie forse uva dalle spine, o fichi dai rovi? 17Così ogni albero buono produce frutti buoni e ogni albero cattivo produce frutti cattivi;18un albero buono non può produrre frutti cattivi, né un albero cattivo produrre frutti buoni. 19Ogni albero che non produce frutti buoni viene tagliato e gettato nel fuoco.20Dai loro frutti dunque li potrete riconoscere.

Le profezie della Veggente macedone Baba Vanga, al secolo Vangelia Pandeva Dimitrova , suonano particolarmente sinistre soprattutto perché, quelle già passate, troverebbero riscontro nella storia mondiale.

I moniti sono tornati in auge negli ultimi giorni dopo che il portale News.co.au. le ha riproposte in toto. Prima di elencarvele è bene spiegare chi fu Baba Vanga: la donna, nata nel 1911 a Strumica (odierna Macedonia), da una famiglia poverissima e diventata cieca a 12 anni, fu ribattezzata la ‘Nostradamus dei Balcani’. Dopo la cecità iniziò ad avere le prime visioni.
Le sue profezie ripercorrono le tragedie più importanti della storia del pianeta, descrivendo con agghiacciante esattezza episodi come l’11 settembre, lo tsunami del sud est asiatico o ancora la primavera araba.

Secondo i seguaci della mistica, la donna era in grado di leggere nel pensiero e di prevedere il futuro; la sua fama fu tale che anche i leader comunisti di quegli anni, la consultavano assiduamente prima di ogni decisione importante.
Ecco alcune tragedie annunciate con una certa precisione dalla veggente:

– Il riscaldamento globale e lo tsunami del 2004 venne predetto da Baba Vanga negli anni ’50: “Le regioni fredde diventeranno calde e i vulcani si sveglieranno. Un’onda gigantesca colpirà una grande costa e le città, gli edifici e le persone, saranno completamente sommersi dalle acque. Tutto si scioglierà come il ghiaccio”;

– L’11 settembre venne annunciato nel 1989: “Orrore, orrore! La fratellanza americana cadrà dopo essere attaccata da uccelli d’acciaio. I lupi ululeranno nel cespuglio e scorrerà sangue innocente”.

– La tragedia del sottomarino nucleare Kursk avvenuta nel 2000 venne predetta nel 1980: “Alla fine del secolo, nell’agosto 1999 o 2000, Kursk sarà sommersa dalle acque e tutto il mondo piangerà per lei”. Ai tempi si pensava che destinataria dell’evento nefasto sarebbe stata la città Russa.

– Non mancano le previsione anche sulle elezioni degli USA: “Il 44° presidente degli Stati Uniti sarà afroamericano e sarà l’ultimo della loro storia”.

E ancora, sulla Primavera Araba: “Ci sarà una grande guerra islamica, che inizierà nel 2010 e diventerà mondiale. In Siria gli arabi utilizzeranno armi chimiche contro gli europei“.

Non mancano anche le cantonate la profezia più nota mai avverata riguardava nota l’uccisione dei quattro maggiori leader mondiali nel 2009.

Venendo ai giorni nostri, secondo la veggente il 2016 sarà un anno funesto per la Ue segnato dall’inizio dell’occupazione del nostro continente da parte delle milizie jihadiste: “Nel 2016 l’Europa sarà occupata dai musulmani e cesserà di esistere come la conosciamo. L’invasione durerà lunghi anni, sterminando le popolazioni e lasciando il continente vuoto“. In pratica il 2016 potrebbe essere l’anno della fine dell’Europa come l’abbiamo conosciuta fino ad oggi.

Il futuro? Secondo il ‘Nostradamus dei Balcani’ non sarà particolarmente roseo; ecco le tappe a seguire, compresa la data della fine del mondo

– 2023: l’orbita della terra cambierà.
– 2025: la popolazione dell’Europa toccherà lo zero.
– 2028: l’uomo arriverà su Venere, alla ricerca di possibili nuove risorse.
– 2033: i poli si scioglieranno e aumenterà notevolmente il livello delle acque.
– 2043: l’Europa diventerà un Califfato e la nuova capitale sarà Roma. L’economia mondiale sarà soggetta alla legge islamica.
– 2066: l’America utilizzerà un’arma capace di cambiare il clima per riprendere il controllo dell’Europa e della cristianità.
– 2076: il comunismo dominerà in tutto il mondo.
– 2084: la natura rinasce (ci sono molti dubbi e vaghe interpretazioni su questa affermazione, nda).
– 2100: la Terra sarà illuminata 24 ore al giorno grazie al sole artificiale progettato dall’uomo (sono in corso studi per realizzarlo grazie alla fusione nucleare).
– 2130: grazie all’aiuto degli alieni, le civiltà potranno vivere anche sott’acqua.
– 2170: siccità globale.
– 2187: due eruzioni vulcaniche distruttive bloccate in tempo.
– 2201: le temperature globali si abbassano in seguito al rallentamento dei processi termonucleari nel sole;
– 2262: tutti i pianeti cambieranno leggermente orbita e Marte sarà a rischio collisione con una cometa.
– 2354: grave siccità dovuta a un incidente nel sole artificiale.
– 2480: collisione tra due soli artificiali, torna la notte sulla Terra.
– 3005: una guerra su Marte provocherà il cambio di orbita.
– 3010: una cometa colpirà la Luna e la Terra sarà circondata da ceneri e frammenti rocciosi.
– 3797: fine della vita sulla Terra, ma l’uomo avrà già raggiunto nuovi sistemi solari per sopravvivere.

Non ci resta che sederci ed aspettare, lista alla mano, e verificare quando predetto dalla veggente.

Fonte: Direttanew.it