Attentato Strasburgo, il papa: “La mia preghiera va alle vittime”

Attentato a Strasburgo
(Getty Images)

Attentato Strasburgo: in un telegramma inviato a monsignor Ravel il Santo Padre offre le proprie preghiere alle famiglie delle vittime e a tutti i francesi.

Sono ore difficili queste per la comunità di Strasburgo, l’attentato avvenuto martedì sera al mercatino di Natale della città francese ha infatti nuovamente gettato nella disperazione e nel terrore i cittadini francesi, vittime ormai da anni della violenza degli estremisti islamici. Il bilancio dell’attentato è di 3 vittime e 10 feriti, tra questi c’è anche il giovane giornalista italiano Antonio Megalizzi. La famiglia del ragazzo è già giunta in Francia per stare vicina al giovane in questi momenti di disperazione. Intanto il parroco di Cristo Re don Mauro Leonardelli insieme all’arcivescovo Lauro Tisi hanno organizzato un gruppo di preghiera per Antonio che partirà alle 17:00 di ogni giorno fino a che sarà necessario.

La polizia francese è alla ricerca dell’attentatore (circa 720 gli agenti impegnati) che, secondo quanto condiviso da alcune testate tedesche, potrebbe già aver lasciato i confini francesi per rifugiarsi in Germania. Pare, infatti, che lì Chekatt abbia dei contatti, in passato il presunto attentatore ha vissuto da quelle parti e qualche anno fa sia stato pure condannato a 3 anni di carcere per furto.

Attentato Strasburgo: il telegramma del papa

Venuto a conoscenza di quanto accaduto nella città francese, papa Francesco ha voluto immediatamente mostrare il proprio sostegno e la propria vicinanza all’arcivescovo di Strasburgo, monsignor Luc Ravel, mandandogli un telegramma di condanna agli atti  terroristici. Nel testo del telegramma, condiviso in parte sul sito ufficiale della Santa Sede ‘Vatican News’ si legge che il papa è vicino alle famiglie delle vittime e a tutte le persone che si sono occupate di medicare i feriti e dare loro sostegno, dunque aggiunge: “In segno di consolazione imploro le benedizioni divine sulle vittime, su coloro che li assistono e su tutto il popolo francese”.

Segui tutte le nostre News anche attraverso il nuovo servizio di Google News, CLICCA QUI

Luca Scapatello