AstraZeneca: indagini in corso sulle morti avvenute dopo il vaccino

L’Agenzia Italiana del Farmaco ha bloccato un lotto del vaccino AstraZeneca in Italia, come già hanno fatto alcuni Paesi Europei.

vaccino astrazeneca
photo web source

Le dosi del lotto sono state sequestrate dai Carabinieri dei NAS. La sospensione anche in Italia in seguito ad alcuni eventi avversi segnalati e ad altri che si sono susseguite in tutta Europa.

AstraZeneca: sospeso un lotto di vaccini

È il lotto ABV2856 del vaccino AstraZeneca ad esser stato sospeso in Italia e, su di esso, sono in corso indagini. Le dosi di questo lotto sono state distribuite in tutta Italia. Un caso sospetto sarebbe stato registrato in Sicilia, dove un militare di 43 anni è morto per un arresto cardiaco. Il giorno prima aveva ricevuto la prima dose di vaccino AstraZeneca, del lotto indicato dall’Aifa.

L’Istituto superiore di sanità farà immediatamente tutte le verifiche del caso e tutte quelle analisi che servono a stabilire qual è la qualità delle fiale appartenenti a questo lotto. Ci vorranno comunque alcuni giorni circa una settimana” – ha dichiarato il direttore della prevenzione del ministero, Gianni Rezza.

Il colloquio Draghi – Vor der Leyen

Subito dopo la sospensione, il Premier Draghi ha avuto un colloquio con la Presidente della Commissione Europea, Von der Leyen e, secondo quanto trapela da fonti di Palazzo Chigi, “dalla conversazione è emerso che non c’è alcuna evidenza di un nesso tra i casi di trombosi registrati in Europa e la somministrazione del vaccino Astrazeneca”.

AstraZeneca: tre le morti in Sicilia

Sulla morte del militare, di servizio a Siracusa, la locale Procura ha aperto un’inchiesta e ha chiesto l’autopsia. La stessa Procura ha disposto il sequestro del lotto di vaccini AstraZeneca: “Si tratta di un lotto che è stato commercializzato sia in Italia che in Europa. Stiamo indagando e purtroppo non è facile visti i numerosi soggetti coinvolti.

Non dobbiamo creare allarmismo ma le nostre scelte sono dettate dalla tutela della salute pubblica” – ha dichiarato Sabrina Gambino, procuratore capo di Siracusa.

LEGGI ANCHE: Crisanti si ribella. Tutti i dubbi sull’efficacia del vaccino

Anche a Catania è stato aperto un fascicolo, con ipotesi di omicidio colposo, ma al momento senza indagati, per la morte di un agente di 50 anni, proprio della squadra mobile della città etnea. 12 giorni fa è morto, dopo aver ricevuto la dose di vaccino. Anche a lui era stata somministrata una dose proveniente dallo stesso lotto di cui l’Aifa ha deciso in via precauzionale di sospenderne l’utilizzo.

Anche la Procura di Trapani sta indagando sulla morte di un maresciallo dei Carabinieri di 54 anni. E’ morto stroncato da un infarto dopo 48 ore dalla somministrazione del vaccino. Anche se l’autopsia effettuata avrebbe escluso nessi fra la morte e il vaccino, la Procura ha chiesto ulteriori esami.

Altre sospensioni di somministrazione del vaccino, sempre dello stesso lotto, sono state disposte a Cosenza per gli insegnanti nel centro vaccinale gestito dall’Esercito.

Fonte: ansa

LEGGI ANCHE: Vaccino, ancora allarme: sotto accusa un aspetto fondamentale

ROSALIA GIGLIANO

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Lalucedimaria.it scrivendoci al seguente indirizzo: [email protected]