Andremo dove ci aspetta Cristo, ecco le ultime parole del comandante dell’aereo precipitato

I rottami dell'aereo precipitato - La Union, Colombia, 29 novembre 2016 (RAUL ARBOLEDA/AFP/Getty Images)

Un fatto davvero toccante che ha commosso tutto il mondo, sono state le ultime parole del pilota  paraguayano Gustavo Encina, che che viaggiava sull’aereo precipitato in Colombia che trasportava la squadra brasiliana di calcio brasiliana del  Chapecoense , come ha riferito il quotidiano paraguayano Hoy le ultime parole postate sui social dal pilota hanno lasciato veramente perplessi, invitando tutti ad una profonda riflessione e risuonano come una vera e propria premonizione come se quasi avvertisse ciò che poi sarebbe accaduto. Ecco le sue toccanti parole:

 

 

“Dove guardi nella tua vita? Avanti o indietro? Il Signore ti dia la grazia di lasciare le cose, anche quelle che consideri preziose in questa vita, e ti permetta di guardare avanti, dove ti aspetta Cristo, per un incontro glorioso che ti aprirà le porte dell’eternità”, ha scritto.

 

La madre di Gustavo ha dichiarato a un altro media paraguayano che prima del volo il figlio aveva promesso di portare le immagini del Bambin Gesù per il Battesimo della sua bambina più piccola.

Gustavo aveva tre figli: un ragazzo di 20 anni, una ragazza di 17 e una bimba di appena due anni.

fonte: aleteia.org