Adorazione Eucaristica: 7 punti per trarne il maggior beneficio

Dovrebbe essere un appuntamento immancabile per ciascuno di noi, tanto è prezioso per la nostra crescita spirituale e umana.

Stiamo parlando dell’ora di Adorazione Eucaristica. Sapevi che c’è un’App che ci permette di viverla al meglio seguendo alcuni specifiche indicazioni utili?

Persona in adorazione davanti al Santissimo
photo web source

Si tratta di 7 punti, o particolarità, che aiutano chi sta per vivere per la prima volta l’Adorazione Eucaristica, ma è un ripasso utile anche per i veterani.

Un momento speciale, quando hai la possibilità di stare a tu per tu con Gesù, di adorarlo e contemplarlo nella sua magnificenza e nella sua grandezza, anche se ti sembra tutto così piccolo e ristretto attorno a te. Stiamo parlando dell’ora di Adorazione Eucaristica che, almeno una volta a settimana, ciascuno di noi dovrebbe vivere.

L’importanza dell’Adorazione

Non tutti, però, specialmente i più giovani, riescono a comprendere l’importanza di questo momento, di questo sentire Gesù così vicino, così accanto a loro. Per questo motivo, soprattutto per chi si appresta a vivere l’Adorazione Eucaristica per la prima volta, esiste un’app (dal titolo “App Hallow”) che spiega come vivere l’incontro con Gesù Sacramentato in 7 punti.

Vediamo insieme quali sono:

  • Iniziamo con il “concentrarci sulla preghiera”. I primi minuti sono importanti, per questo è necessario sedersi e porsi in silenzio davanti a Gesù Eucarestia. libera la mente ed il cuore e preparati ad accogliere il Signore, recitando, ad esempio, la preghiera dell’invocazione allo Spirito Santo;
  • L’adorazione profonda”: dopo esserti seduto ed aver iniziato la preghiera, inizia l’adorazione. Guarda Gesù Eucarestia, lasciati guardare da lui, contemplalo;
  • Riconosci i peccati”: è un passaggio fondamentale. Chiedi allo Spirito Santo di guidarti a comprendere quali sono i tuoi peccati e ponili ai piedi di Gesù, chiedendo perdono;
Persone in adorazione davanti all'Eucarestia
photo web source

I punti fondamentali: dal silenzio al ringraziamento

  • Il silenzio”: meditare, ascoltare. La app suggerisce, nei successivi 20 minuti, di pregare o il Santo Rosario, o meditare i misteri della Via Crucis o l’ufficio giornaliero della Scrittura, in modo da sentirti parte di questa importante preghiera;
  • Ringraziare Dio”: ringraziare il Signore per ciò che, nella nostra vita, ci ha donato. Che sia esso qualcosa di piccolo o di grande;
  • Affidarsi a Dio”: affidiamo a Lui la nostra vita e ciò che ci apprestiamo a fare, anche subito dopo l’ora di Adorazione. Perché tutto sia sempre fatto e compiuto nel suo nome;
  • Alla fine dell’Adorazione, parla con Dio e prendi una decisone ponendoti una domanda: cosa ne ho tratto da questo momento così intenso insieme a lui?

Un momento particolare, un passaggio fondamentale, un invito di Gesù a stare con Lui che non possiamo ignorare.

Gestione cookie