365 giorni con Maria: 8 febbraio 2022 | Libera il bambino dal diavolo

Una terribile maledizione sarebbe ricaduta su un bambino innocente, tanto che il diavolo gli appare, con fare assai minaccioso. La madre del bambino, sconvolta, prega prontamente la Madonna del Soccorso di liberarlo.

La Madonna del Soccorso viene venerata con questo nome nell’omonimo Santuario di Minucciano, nella provincia di Lucca in Toscana.

Madonna del Soccorso

La leggenda narra che un triste giorno, un contadino della cittadina di San Cassiano a Vico, in Toscana, durante un accesso d’ira, maledisse suo figlio con un terribile augurio: quello che il diavolo fosse potuto arrivare a portarlo via con sé.

Di fatto, la tradizione vuole che il diavolo, nelle sue terribili fattezze, si presentò, nel terrore dei genitori e del povero bambino, e fece proprio per portarlo via con sé.

A quel punto, presa dalla disperazione, la madre, con accorata fiducia, si rivolse alla Madonna, chiedendo di salvare il suo bambino dalle grinfie del maligno.

La Madonna prontamente apparve e liberò il bambino. Per questo, all’interno del Santuario, vi è una statua dove la Madonna è rappresentata con un bastone. Ecco perché la Madonna del Soccorso viene venerata con questo nome nell’omonimo Santuario di Minucciano, nella provincia di Lucca in Toscana.

Preghiera alla Madonna del Soccorso per chiedere la liberazione dal male

Dolce Vergine Maria,
Madre di Dio e Madre nostra,
abbi pietà di noi tuoi figli.

Siamo stretti dalla morsa del male, della malattia, della precarietà e dell’inquietudine.
Liberaci, o Madonna del Soccorso, come liberasti quel bambino innocente,
da ogni maledizione che ci è stata imposta da coloro che sono stati mossi, in balia del male, a maledire la nostra vita, con le parole e nei fatti.

Proteggici da ogni tipo di violenza che ci proviene dagli uomini,
e proteggici dal potere delle tenebre,
o Madre Immacolata.

Ricorda, o augusta Regina del Cielo,
che noi siamo la Chiesa del tuo Gesù, la sua santa assemblea dei fedeli,
e che Lui ha promesso che nessuna potenza degli inferi sarebbe prevalsa su di essa:
anche noi, umilmente, ci degniamo di poter dire di appartenerle.

O Santa Madre, rivolgi a noi il tuo sguardo materno e benedicente,
e ricordati che noi, stretti a te, confidiamo nel tuo provvido aiuto.

Ricordati ancora o Madre,
che nessuno che si è rivolto a te è stato da te abbandonato.
Abbi pietà di noi tuoi figli,
e comanda alle schiere celesti, o Regina degli Angeli,

di venire in nostro soccorso sempre e ovunque,
cosicché nulla, nemmeno i nostri peccati, potrà nuocerci,
né allontanarci dal tuo amore e da quello del nostro Signore e Salvatore Gesù Cristo,

che con la sua Croce ha redento il mondo.

Perdonaci o Madre, per le nostre mancanze,
e porta a Gesù i nostri cuori pentiti e umiliati dalle nostre miserie:
un dono umile che Dio, nella sua misericordia, non potrà rifiutare.

Noi con grande fiducia e devozione ci consacriamo tutti al tuo Cuore Immacolato e al Sacro Cuore di Gesù: siate il nostro baluardo sicuro, da ora in poi, tra tutti i pericoli della vita.

Il nostro cuore ora è in pace e riposa confidente in Voi.
Sii sempre benedetta, o Immacolata Concezione,
e benedetto il frutto del tuo grembo.

Amen.

Ave o Maria…

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Lalucedimaria.it scrivendoci al seguente indirizzo: redazione@lalucedimaria.it