365 giorni con Maria: 21 agosto | Un’apparizione unica per ciò che è avvenuto

Un’apparizione davvero unica nel suo genere: la Madonna e San Giuseppe appaiono insieme con San Giovanni, e c’è di mezzo anche l’Apocalisse. 

Questa ha avuto luogo a Knock, in Irlanda. Lo scrittore David M. Lindsey la racconta dettagliatamente all’interno di un libro.

madonna knock
photo web source

Una luce vista da una donna

Lo scrittore narra che Margaret Beirne, quella sera, sta per chiudere la Chiesa, quand’ecco che vede una luce e quelle che sembrano essere le statue di Maria, San Giuseppe e San Giovanni. La stessa visione è apparsa anche sua sorella Mary.

Poco più tardi, le due sorelle passano di nuovo sul luogo e Mary si avvicina alla luce irradiata dalle tre figure: “Non sono statue. Si muovono. È la Madonna!”, comincia a gridare, e corse a chiamare altre persone. Così ben 22 persone, quella notte, vedono l’apparizione.

Lo scrittore dice ancora: “Ecco come si manifestò l’apparizione. L’intero muro posteriore della Chiesa era illuminato da una intensa luce che poteva essere vista da molto lontano, come testimoniò anche un contadino, Patrick Walsh. Le figure erano sospese a circa mezzo metro da terra”, attorniate da Angeli.

Maria, la più grande delle figure, portava un mantello e una fascia bianchi e un lungo velo sulla testa che le scendeva fino ai piedi. Sul capo coperto dal velo, aveva una corona d’oro. Fra la corona e il bordo del velo c’era una rosa d’oro.

Come era Maria vista dalle donne

Le sue mani erano sollevate all’altezza delle spalle e il suo sguardo, assorto nella preghiera, era rivolto verso il cielo. San Giuseppe si trovava alla destra di Maria, aveva la testa reclinata in avanti e le mani giunte in preghiera. San Giovanni evangelista aveva una mitra da Vescovo e si trovava a sinistra di Maria, la mano destra era sollevata e il braccio sinistro teneva quella che pareva essere la Sacra Bibbia“.

Chiunque attesta il prodigio, si inginocchia e comincia a pregare. L’apparizione di Knock non rivela nessun messaggio verbale, ed è l’unica nella storia della Chiesa a vedere presente anche San Giovanni.

Dopo quell’evento straordinario si chiamano ben due commissioni che indagano sull’apparizione e raccolgono le dichiarazioni dei testimoni, la seconda nel 1936. Così, l’apparizione viene dichiarata veritiera. Intanto, in tutti quegli anni, in quel luogo sono condotti molti malati che hanno avuto delle guarigioni inspiegabili.

Il riconoscimento da parte della Chiesa

Il 1º settembre del 2019, la Chiesa cattolica irlandese riconosce, ad esempio, la guarigione miracolosa di Marion Carroll, avvenuta nel 1989. La bimba è affetta da sclerosi multipla ed è paralizzata, quando giunse a Knock e, durante la benedizione ai malati, riprende a camminare. Anche Delia Gordon, una ragazza sorda, guarisce dopo aver visitato il Santuario. Ad oggi, sono più di 600 i miracoli documentati e avvenuti a Knock.

Lo scrittore sopracitato, studioso del fenomeno, che raccolse inoltre le testimonianze di coloro che assistettero all’apparizione, continua nella sua disamina: “L’apparizione a Knock rimase in silenzio e sembrò che non desse alcun messaggio, ma in realtà non fu così. Il silenzio talvolta è più eloquente delle parole […]”.

Poiché noi ci troviamo ora nei giorni di cui ha parlato l’Angelo dell’Apocalisse, la Bibbia di Giovanni era probabilmente aperta sul Libro dell’Apocalisse. La mano destra di Giovanni è alzata come nell’atto di fare un giuramento sulla verità di questo libro. (…) Così, l’apparizione di Giovanni a Knock con il Libro dell’Apocalisse sul braccio indica che in questo momento ci troviamo negli ultimi tempi.

Anche Papa Giovanni Paolo II è stato in questo Santuario

Il piccolo e santo villaggio di Knock, perciò, ci ricorda l’invito di Cristo contenuto nell’Apocalisse (il verbo inglese “to knock” significa “bussare”). “Ecco, sto alla porta e busso. Se qualcuno ascolta la mia voce e mi apre la porta, io verrò da lui, cenerò con lui ed egli con me” (Ap 3, 20), e nel Vangelo di Luca “Chiedete e vi sarà dato, cercate e troverete, bussate e vi sarà aperto” (Luca 11, 9)”.

E’ solo nel 1979 che la Chiesa di Roma inizia a parlare di Knock e del suo Santuario. in quell’anno, Papa Giovanni Paolo II, nel centenario dell’apparizione e in occasione del suo viaggio in Irlanda, vi celebra Messa. Il Papa inoltre lascia sul luogo una rosa d’oro, in omaggio alla Madonna e all’Irlanda.

Preghiera a Nostra Signora di Knock

Nostra Signora di Knock, regina d’Irlanda, tu hai dato speranza alla tua gente in un periodo di miseria e l’hai confortata nella sventura.

Tu hai ispirato tantissimi pellegrini a pregare con fiducia il tuo Figliolo, ricordando la sua promessa: “Chiedete e vi sarà dato, cercate e troverete”.

Aiutami a ricordare che siamo tutti pellegrini sulla strada verso il cielo.

Riempimi di amore e di attenzioni verso i miei fratelli e sorelle in cristo, specialmente quelli che vivono accanto a me.

Confortami quando sono malato, mi sento solo o depresso.

Insegnami come prendere parte con sempre più rispetto alla S. Messa.

Prega per me ora, e nell’ora della mia morte.

Amen.

Nostra signora di Knock prega per noi.

Ave Maria

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Lalucedimaria.it scrivendoci al seguente indirizzo: redazione@lalucedimaria.it