Terrore agli Champs Elysées la Francia di nuovo in ginocchio, attacco a colpi di  kalashnikov ha attacato degli agenti in servizio nella sparatoria e morto l’aggressore e un poliziotto, si parla di alcuni feriti sempre tra le forze dell’ordine.

La zona è stata immediatamente evacuata, gli elicotteri vigilano dall’alto, le indagini sull’assalto sono state affidate alla procura antiterrorismo.

Pierre Henry Brandet, portavoce del ministero dell’Interno ha detto:”Viste le testimonianze, ci sarebbe solo un aggressore”, ma al momento “non possiamo escludere che ci sia uno o diversi complici” Il killer era schedato come individuo radicalizzato a rischio di perpetrare attentati (con il codice della lettera ‘S’). Una perquisizione sarebbe in corso alla sua residenza a Seine-et-Marne, a est di Parigi. L’obiettivo dell’attacco era la polizia, non vi è dubbio.

Tutto questo quando siamo alle soglie delle elezioni del prossimo presidente Francese, un attacco mirato e voluto proprio per colpire le istituzione e minare la sicurezza nazionale.