C’è una testimonianza fornita da Padre Marcellino Iasenzaniro e trascritta nelle “Testimonianze” sulla vita di Padre Pio che ci mostra quanto fosse importante per il Santo da Petralcina Dio nella formazione di un matrimonio.

 

Un giorno si presenta a San Giovanni Rotondo una ragazza accompagnata dalla madre, le due avevano prenotato una confessione con Padre Pio da tempo, la ragazza era fidanzata da diverso tempo con un ragazzo con il quale si voleva sposare, ma questo non era credente e spingeva per un matrimonio laico. Lei nata e cresciuta in una famiglia molto religiosa, era tormentata dal dubbio e voleva che il Santo le fornisse una consiglio illuminante.

 

La fila per il confessionale era troppa e le ferie prese per quell’incontro stavano per finire, allora prima di andare, la ragazza si fece coraggio, superò la fila ed andò a parlare con Padre Pio. Posta la questione il Santo le disse: “E su che cosa vogliono basare il matrimonio, togliendo Dio?”, la ragazza capì il messaggio, ma pensò alle repliche che le sue amiche avrebbero potuto porre ad una simile scelta inducendola ad andare sul pratico, così chiese a Padre Pio come dovesse comportarsi con il fidanzato, questo pensando che non avesse capito la sua risposta la guardò stupito e poi le disse: “Lo mandasse a quel paese!”.

 

La ragazza tornò al paese di provenienza e comunicò la sua decisione al fidanzato, che messo alle strette le disse che credeva in Dio anche se non praticava e che aveva una visione dell’onnipotente differente da quella della Chiesa. La giovane, confusa sul da farsi, scrisse una lettera a Padre Marcellino dove comunicava questi sviluppi e chiedeva ulteriori delucidazioni a riguardo, il sacerdote si sentì in obbligo di portare la questione a Padre Pio, questo lo ascoltò ma lo ha liquidato con poche parole: “Padre Pio parla una sola volta”. La verità espressa pochi giorni prima non era suscettibile a variazioni, perché il Santo sapeva che a dare quel consiglio era la luce di Dio.

 

La conferma di quanto affermato da Padre Marcellino viene data da un altro sacerdote, Padre Marcello Lepore, che ha vissuto con il Santo di Petralcina: egli ci parla di una ragazza che un giorno chiese consiglio per questioni relazionali: “Padre, non vado d’accordo con il mio fidanzato. Non è religioso, non crede in Dio, perciò lo voglio lasciare. Ma mi ha detto che, se lo faccio, si getta nel pozzo”, e lui le rispose: “Nel pozzo già c’è. Più giù di così non può arrivare”.