COME OTTENERE LA PREGHIERA DEL CUORE

La nostra Santa Madre ci ha data la chiave per arrivare alla preghiera del cuore, se pensiamo di non saperlo fare.
Ha detto, “Pregate, pregate, pregate.” E’ necessario incominciare! Non é una monotona ripetizione. Dobbiamo pregare sempre di piú, mentre si prega e si vive la preghiera nella pace coi fratelli, si incomincia a sperimentare la preghiera del cuore. Dobbiamo chiedere questo dono.
Se meditiamo sulla parola del figliuol prodigo, capiremo che il Padre Nostro ci aspetta con immenso amore e pazienza, e che é pronto a perdonarci e a colmarci del suo infinito amore e di doni di una ricchezza indescrivibile.
A volte é difficile per noi credere che non siamo solo un prodotto del mondo, ma un prodotto di Dio che ha una esistenza eterna. Nei Suoi occhi, non ha importanza se siamo peccatori, perché nel suo immenso amore Lui é lí e ci aspetta, pronto a lavare tutte le nostre colpe.

LA PREGHIERA CON IL CUORE E’ RIVOLGERE REALMENTE I NOSTRI PENSIERI A DIO

Pregare con il cuore e’ pregare a Dio con i nostri pensieri e desideri, con le nostre preoccupazioni, le nostre speranze,sia che ci si serva di una preghiera formale o che si usi il linguaggio semplice delle nostre conversazioni quotidiane. Idealmente questa preghiera e’ uno sfogo UNA EFFUSIONE dei nostri cuori al livello più profondo del nostro essere. Tale preghiera, quando concentrata su ciò che possiamo esprimere con totale sincerità e fede e alternata con periodi di silenzio, ci rende aperti ad udire la risposta di Dio. Lui allora viene a noi con gentilezza – quella voce quieta, quel sussurro, quel pensiero non convocato. In genere é così che Lui ci risponde.

COME SI FA A SAPERE SE SI STA PREGANDO CON IL CUORE?

Riconoscerai che stai pregando con il cuore quando sei in pace con Dio e usi con Lui termini amichevoli. E questa pace non si può sperimentare se non si vive in pace con gli altri. La tua preghiera deve innalzarsi nell’ambiente pulito della fede, della speranza e dell’amore.
La vera preghiera porta la nostra attenzione a Dio.La Santa Vergine vuole che noi ci rivolgiamo a Dio, alzando a Lui i nostri pensieri.
Dovremmo anche avere fame e sete di santità, ricordando che: “Benedetti coloro che hanno fame e sete di Dio perché saranno saziati.” (Matteo 5:6).
Questo modo individuale di pregare col cuore viene intensificato nei gruppi di preghiera. In quell’ambiente si compartecipa nel sentire la parola di Dio, sia attraverso il canto che nell’assorbire la melodia della musica nata dalla fede, dalla speranza e dall’amore. “Accogliete con docilità la parola che é stata seminata in voi, con il potere di salvare le vostre anime. Mettete in pratica questa parola. Se soltanto la ascoltate, ingannate voi stessi.” (Giacomo 1:21)
La Madre del nostro Salvatore ci ha raccomandato di iniziare con la preghiera qualunque cosa che si faccia, nel lavoro, nel gioco, nella solitudine, nella gioia, nella tristezza. E’ semplicemente mettere Gesù al primo posto, farne il punto focale della nostra vita. Così facendo, offrendo tutto al Signore, si ottiene la preghiera costante del cuore .