Il vero volto di Cristo sofferente..

2sides_mirror

Nel Santuario del Volto Santo in provincia di Pescara il popolo venera da più di 400 anni l’immagine di Cristo: per tutti è la sola e vera immagine di Cristo nata non da essere umano. E’ quindi d’origine divina.
Il Volto Santo è in questo velo: il filo orizzontale del telo è stato intrecciato e la struttura è semplice, il tessuto ed il suo intreccio non sono visibili ad occhio nudo.
Questo velo è di 17×24 cm. E’ l’immagine che mostra un volto maschile con lunghi capelli e barba divisi in due bande.
L’immagine è visibile da entrambi i lati del telo: i colori sono leggeri, gli occhi sono diretti verso l’alto e le pupille sono completamente aperte, tutti i tratti sono irregolari.
Scritti scientifici, osservazioni sotto raggi ultravioletti leggeri e sotto il microscopio hanno dimostrato che non ci sono pigmenti e pitture in questo Velo.

Manoppello: il Volto Santo
Da dove è arrivata la misteriosa reliquia? La tradizione si basa su una storia scritta da Padre Donato da Bomba nel 1640: in un giorno sconosciuto dell’anno 1506 il fisico e astrologo Giacomo Antonio Leonelli, mentre si trovava con un po’ di gente in piazza, incontra un uomo forestiero arrivato a Manoppello. Il forestiero lo invita ad entrare con lui nella chiesa. Leonelli ricevette un misterioso velo incartato. Ebbe molta cura del misterioso oggetto e da quel momento ebbe molti vantaggi materiali e spirituali. Mentre srotolò il velo, scoprendo l’immagine di Cristo, il forestiero sparì.