Vangelo del giorno secondo Matteo 9,1-8- audio e e commento

Vangelo di oggi 5 luglio 2018 giovedì
Guarigione del paralitico

Vangelo di oggi 5 luglio 2018 giovedì – XIII settimana del tempo ordinario – I del salterio – ANNO B

Dal Vangelo secondo Matteo 9,1-8
In quel tempo, salito su una barca, Gesù passò all’altra riva e giunse nella sua città.
Ed ecco, gli portarono un paralitico steso su un letto. Gesù, vista la loro fede, disse al paralitico: «Coraggio, figliolo, ti sono rimessi i tuoi peccati».
Allora alcuni scribi cominciarono a pensare: «Costui bestemmia».
Ma Gesù, conoscendo i loro pensieri, disse: «Perché mai pensate cose malvagie nel vostro cuore?
Che cosa dunque è più facile, dire: Ti sono rimessi i peccati, o dire: Alzati e cammina?
Ora, perché sappiate che il Figlio dell’uomo ha il potere in terra di rimettere i peccati: alzati, disse allora al paralitico, prendi il tuo letto e va’ a casa tua».
Ed egli si alzò e andò a casa sua.
A quella vista, la folla fu presa da timore e rese gloria a Dio che aveva dato un tale potere agli uomini.

PAROLA DI DIO

Gesù che conosce i nostri cuori e sa che ogni male – sia del corpo che dello spirito – viene dal peccato, inizia a levare la causa per cui quel paralitico gli stava davanti. Egli solo può guarirci nel profondo e per questo Egli è venuto ed é con noi: per liberare l’uomo dal peccato e da ogni paralisi del corpo e dello spirito causati da esso . E per questo é importante che veniamo a lui o a lui siamo portati avendo grande fede. La fede guida con sucurezza a Gesù, facendoci riconoscere che il male che c’è in noi solo Lui lo può guarire. Questa stessa fede è davvero grande quando ci raccoglie insieme per portare a Gesù tanti nostri fratelli colpiti dalla paralisi del peccato. La preghiera comunitaria animata dalla fede e unita al sacrificio e al digiuno ottiene sempre dal Signore la piena redenzione e guarigione: questo è assolutamente urgente per la conversione dei nostri fratelli a cominciare dai nostri cari. Prendiamo fiducia e andiamo sicuri alla sorgente della nostra pace perché per noi Gesù ha versato tutto il suo preziosissimo Sangue e resta con noi per donarci i frutti della sua redenzione! Buona giornata. Vi benedico. Don Gaetano