Triduo alla Beata Vergine di Loreto – primo giorno

Con il seguente triduo, ci prepariamo a festeggiare la memoria liturgica della miracolosa Traslazione angelica della Santa Casa di Nazareth a Loreto, luogo in cui sorse il Santuario dedicato alla Beata ergine di Loreto.

Beata Vergine di Loreto
Beata Vergine di Loreto (websource)

Nella notte tra il 9 e il 10 dicembre 1294, la dimora della Vergine Maria è stata miracolosamente trasportata dagli angeli da Nazareth a Loreto. Il culto della Vergine lauretana, insediatosi già dal IV secolo, giunge ai giorni odierni e il santuario dedicato alla Vergine è meta di numerosissimi pellegrinaggi, tanto da essere considerata la “Lourdes” italiana. Il 7 ottobre 2019 Papa Francesco ha decretato l’inserimento della memoria facoltativa della Beata Vergine di Loreto nel Calendario Romano al 10 dicembre.

Beata Vergine di Loreto: la storia

Secondo la tradizione, la dimora della Beata Vergine fu trasportata dagli angeli fino alla città di Loreto. Le prime notizie documentate circa la Madonna di Loreto risalgono al 1440. Si tratta di alcuni opuscoli in forma di preghiere, prodotti da Santa Caterina de’ Vigri. Chi raccolse tali opuscoli nel 1468 (o 1469) è Giacomo Ricci, autore dell’importante scritto Virginis Mariae Loretae Histori. Grazie a questi scritti conosciamo la storia della Vergine lauretana.

“Cuore mariano della cristianità”

Fin dal Medioevo, la “dolce casa” lauretana è divenuta meta di pellegrinaggi. Un flusso, quello dei pellegrini, che nel corso del XV secolo divenne enorme, tanto da indurre Papa Leone X a equiparare il voto dei pellegrini del Santuario di Loreto a quello di Gerusalemme. Il Santuario dedicato alla Beata Vergine Lauretana, che racchiude la Santa Casa, divenne, secondo la definizione di Papa Giovanni Paolo II, il “cuore mariano della cristianità”.

Triduo alla Beata Vergine di Loreto – primo giorno

Vergine Lauretana, nel salutarti con filiale devozione, amo ripetere le parole dell’Arcangelo Gabriele ed anche le tue: “Ave Maria, piena di grazia il Signore è con te”. “Grandi cose ha compiuto in me l’Onnipotente”. Vergine Lauretana, la tua Casa è dimora di Luce e di Carità, ottieni per me la Luce vera e la Carità piena. Ottieni che la pace pervada il mio spirito talora inquieto e timoroso, che l’amore riempia la mia vita e s’irradi tutt’intorno. Prolunga, o Maria, questo momento di serena gioia, difendimi nelle tentazioni e in ogni altra difficile prova. Con la tua materna protezione. Ti prego di farmi giungere alla Casa del Padre dove Tu siedi Regina. Amen.

Preghiera alla Madonna di Loreto

O Maria, Vergine immacolata, per la tua S. Casa che gli angeli trasportarono sull’ameno colle di Loreto, rivolgi il tuo sguardo benigno su di noi. Per le Sacre Mura ove nascesti e vivesti fanciulla nella preghiera e nell’amore più sublime; per le pareti fortunate che udirono il saluto dell’Angelo che ti chiamava: “Benedetta fra tutte le donne” e che ci ricordano l’Incarnazione del verbo nel Tuo purissimo seno; preghiamo per la S. Casa ove vivesti con Gesù e Giuseppe e che nel corso dei secoli fu meta ardentemente desiderata dei Santi che si stimarono fortunati ad imprimere ardenti baci sulle Tue Sacre Mura. Concedici le grazie che umilmente ti chiediamo e dopo quest’esilio la fortuna di venire a ripeterti in Cielo il saluto dell’Angelo: Ave Maria.

Approfondimento, la Vergine di Loreto: clicca qui

Approfondimento, il culto di Loreto: clicca qui

Fabio Amicosante

Segui tutte le nostre News anche attraverso il nuovo servizio di Google News, CLICCA QUI

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Lalucedimaria.it scrivendoci al seguente indirizzo: [email protected]