“Signore, non sono degno di partecipare alla tua mensa”, che significa?

“Signore, non sono degno di partecipare alla tua mensa", che significa?
Eucarestia

“Signore, non sono degno di partecipare alla tua mensa: ma dì soltanto una parola e io sarò salvato”. Ripetiamo questa frase quasi alla fine della celebrazione eucaristica, nel momento in cui ci prepariamo a percorre la “via” che porta all’altare della nostra chiesa, per prendere l’Eucarestia e cibarci del Copro di Cristo, immolatosi per noi, un attimo prima.
Ma perché ricordiamo al Signore di non essere degni di un tale sacrificio?

In quel momento della celebrazione eucaristica, abbiamo recitato il Padre Nostro, ci siamo scambiati il segno della pace con gli altri fedeli, ma, quando il sacerdote mostra l’Agnello di Dio che toglie il peccato del mondo, noi ci dichiariamo indegni di usufruire di un tale riscatto, di essere salvati, incapaci di ricevere il Cristo vivo dentro di noi.
In realtà, diciamo una grande verità, poiché nessun essere umano potrà mai equipararsi al Signore, tanto da essere in grado di salvarsi con le sue forze. Noi tutti ci salveremo -se ci salveremo- per grazia di Dio e non di certo per i nostri esigui meriti.

In ogni caso, la frase suddetta è citata e decisa dall’Ordinamento Generale del Messale Romano, che spiega: “Il sacerdote mostra ai fedeli il pane eucaristico … li invita al banchetto di Cristo … insieme con loro esprime sentimenti di umiltà, servendosi delle prescritte parole evangeliche”.
La Chiesa, dunque, in risposta alle parole del sacerdote, pone quelle del Centurione romano di Cafarnao: “Signore, io non sono degno che tu entri sotto il mio tetto, ma dì soltanto una parola e il mio servo sarà guarito”.

In quel caso, Gesù intervenne per guarire quel servo, per l’estrema e sentita umiltà e fede del Centurione che a lui si affidò completamente e senza riserve. Gesù, infatti, meravigliato per quelle parole, sottolineò davanti ai presenti: “In verità vi dico, presso nessuno in Israele ho trovato una fede così grande”.

Antonella Sanicanti