Settenario al Preziosissimo Sangue di Gesù. Sesto giorno

Settenario al Preziosissimo Sangue di Gesù. Sesto giorno
Preziosissimo Sangue

Recitando il Settenario dedicato al Prezioso Sangue di Gesù, ci regaliamo una settimana intera per immergerci nel Mistero salvifico del Cristo, immolato sulla croce per la nostra salvezza.
Il suo Sangue, infatti, è l’arma più potente contro il male, contro la morte dell’anima, ed è la nostra risorsa migliore per risanare ogni nostra ferita e riparare ad ogni nostro umano errore.

Le preghiere di liberazioni, attraverso il Preziosissimo Sangue di Gesù, sono tantissime e si basano sulla consapevolezza del suo sacrificio estremo, che lo mostrò al mondo torturato dalle 120 frustate del flagello, scarnificato dalle sue punte acuminate, coronato di spine di acacia che gli spaziarono il capo e, infine, crocifisso, ossia appeso con dei chiodi, che gli bucavano mani e pieni, al legno della croce.

La via lungo il Calvario era stata macchiata del suo sangue, mentre cadeva a terra sui sassi che la ricoprivano. Il velo della Veronica raccolse il suo sangue misto a sudore, per i patimenti subiti. La lancia del soldato, che gli squarciò il fianco, fece scaturire il suo ultimo dono al mondo, bisognoso di essere redento.
Se Gesù si è, così, consumato fino alla morte, per tutti noi, allora il suo Sangue non può che essere il balsamo che cura le nostre mancanze e consuma le cattiverie delle persone che ci affidano al male.

Settenario al Preziosissimo Sangue

Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen.

Eterno Padre, ti offriamo i meriti del Preziosissimo Sangue, versato dal tuo diletto Figlio, nella sua crocifissione, per tutti i Sacerdoti che di questo Sangue sono Ministri per la liberazione delle Anime del Purgatorio, specialmente di quella verso cui siamo più obbligati. Gloria.

Eterno Padre, Ti offro il Sangue Preziosissimo di Gesù Cristo, in riparazione dei miei peccati, per i bisogni della Santa Chiesa, in suffragio delle Anime Sante del Purgatorio. Gloria.
Sangue di Gesù, salvaci Tu.

Antonella Sanicanti