Settenario al Preziosissimo Sangue. Quarto giorno

Settenario al Preziosissimo Sangue. Quarto giorno
Preziosissimo Sangue

Recitando il Settenario dedicato al Preziosissimo Sangue di Gesù, ci regaliamo una settimana intera per immergerci nel Mistero salvifico del Cristo, immolato sulla croce per la nostra salvezza.

Il suo Sangue, infatti, è l’arma più potente contro il male, contro la morte dell’anima, ed è la nostra risorsa migliore per risanare ogni nostra ferita e riparare ad ogni nostro umano errore.
Il Sangue di Gesù è offerto nell’Ultima Cena, come bevanda di vita eterna (insieme al Corpo, cibo di vita eterna), e, durante la Passione, lava il peccato del mondo intero. Per questo, la devozione al Sangue di Gesù ci assicura la massima protezione contro ogni forza oscura, contro ogni vessazione maligna.

Il culto al Sangue di Gesù risale ai primi anni del cristianesimo e si è intensificato dall’ XI secolo in poi.
Nelle chiese di Fécamp in Francia, di Bruges in Belgio, di Sant’Andrea a Mantova, di Santa Maria Assunta a Sarzana in Liguria, di San Giacomo a Clauzetto in Friuli Venezia Giulia ci sono tracce del Sangue di Gesù.

Il Sangue di Gesù, che ci preserva e ci difende, ci permette di affidargli tutti gli aspetti della nostra vita che ci creano turbamento e inquietudine, soprattutto quelli che non comprendiamo.

Settenario al Preziosissimo Sangue

Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen.

Eterno Padre, ti offriamo i meriti del Preziosissimo Sangue, versato dal tuo diletto Figlio, nella coronazione di spine e ti preghiamo tutte le grazie necessarie a noi, ai nostri parenti, amici e nemici, e la liberazione delle Anime del Purgatorio, specialmente di quella più ricca di meriti dinanzi a te. Gloria.

Eterno Padre, ti offro il Sangue Preziosissimo di Gesù Cristo, in riparazione dei miei peccati, per i bisogni della santa Chiesa, in suffragio delle Anime Sante del Purgatorio. Gloria.
Sangue di Gesù, salvaci Tu.

Antonella Sanicanti