Santa Rosa da Lima, Patrona delle Americhe, delle Indie e delle Filippine

Santa Rosa da Lima (1586-1617, Perù) si chiamava in effetti Isabella. Fu la sua balia a darle il nome di un fiore, di cui rappresentava la delicatezza e la bellezza.

Santa Rosa da Lima
photo web source

Sin da giovanissima, espresse il suo amore per la Vergine Maria, tanto che al suo nome venne presto associato anche “di Santa Maria”.

Quando la sua famiglia si trovò in ristrettezze economiche -da agiata che era- lei si mise a lavorare e mai dimenticò le persone che avevano ancora meno di lei.
Avrebbe voluto essere una Suora di clausura, ma trovò diversamente il modo di servire il Signore e di consacrargli la sua verginità.

Santa Rosa da Lima amava Santa Caterina da Siena

Quando lesse di Santa Caterina da Siena, della sua vita e del modo in cui aveva praticato la sua fede, volle ispirarsi a lei in tutto, tanto che entrò nel Terzo Ordine Domenicano e costituì, nei suoi alloggi, un piccolo rifugio per i poveri della città, per i bambini abbandonati, per gli Indios tanto bistrattati.

Singolare pensare che, quando il Beato Bartolo Longo (a cui si deve la devozione al Santo Rosario, nella valle di Pompei) acquistò il quadro, che avrebbe riunito ai piedi della Vergine i fedeli, al posto di Santa Caterina da Siena, era dipinta Santa Rosa da Lima.
Al restauro -necessario per le condizioni in cui quel quadro era stato rinvenuto- Bartolo Longo decise di sostituire Santa Rosa con Santa Caterina, legando per sempre le vite di queste sante donne, lontane nel tempo e nello spazio, ma accomunate dall’amore per la Vergine e per il Signore.

Si racconta che anche Rosa avesse avuto la possibilità di tenere, in qualche visione, il Bambinello in braccio e di vivere, come Santa Caterina da Siena i dolori della Passione sul suo corpo.

Santa Rosa da Lima: l’isolamento volontario

Nel 1609, Rosa decise di rinchiudersi in una stanza di due metri quadrati, nella casa materna, per “simulare” la clausura. Trascorreva le ore della sua giornata in ginocchio ed usciva solo per andare alla Santa Messa. Nella sua “cella” ebbe delle visioni mistiche, che si concentravano nei giorni della Passione e risurrezione, dal giovedì al sabato.

Ben 5 anni dopo, la famiglia riuscì a farle lasciare quel posto.
A lei si attribuisce la difesa di Lima dalla flotta dei calvinisti olandesi. Lima fu liberata perché l’ammiraglio che comandava “gli invasori” morì inaspettatamente, si presuppose per intercessione di Santa Rosa.
Oggi è Patrona delle Americhe, delle Filippine e delle Indie occidentali.

Preghiera a Santa Rosa da Lima

O ammirabile Santa Rosa, scelta da Dio a rendere illustre, con la più eccelsa santità di vita, la nuova cristianità dell’America e specialmente della capitale del Perù, voi che rifiutaste i più vantaggiosi partiti per darvi tutta a Dio, ottenete a noi tutti la grazia di vivere santamente, per edificare sempre il nostro prossimo, custodendo specialmente la virtù della purezza, che è la più cara al Signore e la più vantaggiosa per noi. 3 Gloria.
Santa Rosa da Lima, prega per noi.

Antonella Sanicanti

Segui tutte le nostre News anche attraverso il nuovo servizio di Google News, CLICCA QUI

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Lalucedimaria.it scrivendoci al seguente indirizzo: [email protected]