Santa Rita intervenne in un esorcismo di Padre Amorth

Santa Rita intervenne in un esorcismo di Padre Amorth
Padre Amorth

Nel giorno in cui celebriamo Santa Rita da Cascia e la sua potente intercessione, per tutti noi presso Dio, ricordiamo il suo intervento, durante un esorcismo, condotto da Padre Gabriele Amorth.

Una persona vicina al sacerdote esorcista, che stava pregando perché lui portasse a termine una liberazione, racconta: “Come tutti i venerdì, si era all’ultimo esorcismo degli esorcismi “forti”, celebrati da P. Gabriele Amorth, in una Chiesa del centro di Roma, su S., una ragazza sulla trentina della Sardegna, che veniva regolarmente a Roma per farsi esorcizzare, visto che dove risiede non ci sono esorcisti”.
Ad un certo punto, si invocò Santa Rita, su tutte le situazioni vissute dalle persone vessate “affinché, presa a compassione delle afflizioni delle persone, intercedesse per loro presso il Signore”.

Alla fine della preghiera di esorcismo “arrivati alle parole “diem et horam exitus tui”, non avendo voluto parlare per tutto l’interrogatorio, l’esorcista, come al solito, comincia le imposizioni, che, insieme a lui, tutti ripetiamo: “Nel nome di Cristo vattene! Per Intercessione dell’Immacolata vattene! Per intercessione di P. Pio vattene! Per intercessione di P. Candido vattene! Per Intercessione di Giovanni Paolo II vattene! (e qui di solito aggiungiamo una invocazione al Santo a cui la persona è particolarmente devota o di cui ricorre la festa). Per Intercessione di Santa Rita vattene!”.

Fu allora che il demonio espresse tutta la sua furia e la sua violenza e una la donna, duramente provata dagli attacchi malefici “comincia ad urlare e a picchiare e, se non la reggevamo in 7, avrebbe stritolato Padre Gabriele e noi, se il Signore non glielo avesse impedito, poi, sbraitando dice: “è Lei che ha ottenuto la data della liberazione, è Lei che intercede, mi tormenta, basta!” Poi ha risposto a tutte le domande che il Padre gli poneva”.
Santa Rita, dunque, e le preghiere a lei rivolte, in quella circostanza, avevano fatto davvero la differenza.

Antonella Sanicanti