Novena a San Leopoldo Mandic – Secondo giorno

Chi era San Leopoldo Mandic?

Ci apprestiamo a conoscere la figura di San Leopoldo Mandic attraverso la seguente novena. Si recita dal 3 all’11 maggio e con essa ci prepariamo alla celebrazione del 12 maggio, giorno in cui si festeggia il Santo Leopoldo.

San Leopoldo Mandic confessore
San Leopoldo Mandic (websource)

La vocazione religiosa

San Leopoldo Mandic nacque il 12 maggio del 1866. Vestì l’abito francescano all’età di diciotto anni, ricevendo il nuovo nome religioso di fra Leopoldo. Si impegnò nel rispettare e nel vivere la regola e lo spirito di San Francesco d’Assisi. Il 20 settembre del 1890 il cardinale Domenico Agostini lo ordinò sacerdote, nella basilica della Madonna della Salute a Venezia.

San Leopoldo e San Pio confessori ricercatissimi

Vissuti circa nello stesso periodo, San Leopoldo Mandic e San Pio da Pietrelcina hanno entrambi vestito il saio dei frati cappuccini. Non solo, i due santi avevano in comune il fatto di ricoprire il ruolo di confessori. San Pio e San Leopoldo erano molto richiesti per il sacramento della confessione dai rispettivi fedeli, poiché la loro confessione non era una semplice assoluzione dai peccati, quanto una rivelazione dell’amore di Dio.

La confessione in dialetto

San Leopoldo era sempre in confessionale e c’era la fila per confessarsi da lui. Era ben disposto nei confronti di chi chiedeva perdono al Signore, tanto che qualcuno dei confratelli iniziò ad accusarlo di dare troppo facilmente l’assoluzione. Un altro particolare molto interessante riguarda le modalità della sua confessione: racconta Padre Giuseppe Ungaro di come spesso San Leopoldo confessasse in dialetto per mettere a proprio agio chi gli stava di fronte.

Novena a San Leopoldo Mandic – Secondo giorno

Nel nome dei Padre e dei Figlio e dello Spirito Santo. Amen.

O Dio, Padre onnipotente, tu hai arricchito san Leopoldo con

l’abbondanza della tua grazia; concedi a noi, per sua

intercessione, di vivere nell’abbandono alla tua volontà, nella

speranza della tua promessa, nell’amore della tua presenza.

Gloria al Padre…

O Dio, tu manifesti la tua onnipotenza soprattutto nella

misericordia e nel perdono e hai voluto che san Leopoldo ne fosse

tuo fedele testimone; per i suoi meriti, concedi a noi di celebrare,

nel sacramento della Riconciliazione, la grandezza del tuo amore.

Gloria al Padre…

O Dio nostro Padre, in Cristo tuo Figlio, morto e risorto, hai

redento ogni nostro dolore e hai voluto san Leopoldo paterna

presenza di consolazione; infondi nelle nostre anime la certezza

della tua presenza e del tuo aiuto. Gloria al Padre…

O Dio, fonte di comunione per tutti i tuoi figli, tu hai voluto Cristo unico pastore della tua Chiesa;

per l’intercessione di san Leopoldo, silenzioso profeta dell’ecumenismo spirituale, infondi in noi il

tuo Spirito, perché sappiamo pregare e donare la vita per l’unità di tutti i credenti in te.

Gloria al Padre…

O Dio, tu hai voluto Maria madre di Cristo e della Chiesa e hai allietato la vita di san Leopoldo con

una tenera devozione alla Madonna; consola la nostra vita con la grazia della sua bontà materna.

Gloria al Padre…

O Dio, Signore glorioso e Padre della vita, affidiamo al tuo amore le nostre speranze e le nostre

preghiere; per l’intercessione di san Leopoldo guarda con benevolenza ai tuoi figli ed esaudisci le

nostre umili domande.

Per Cristo nostro Signore. Amen.

Per approfondire le figure di San Leopoldo e San Pio da Pietrelcina: clicca qui

Fabio Amicosante