E’ tempo di pregare Santa Rita da Cascia – Video

E’ tempo di pregare Santa Rita da Cascia
Santa Rita da Cascia

E’ tempo di pregare Santa Rita da Cascia; è tempo di abbandonarsi alla sua miracolosa intercessione.
Lei, che è invocata come la Santa delle cause impossibili, che è stata donna, moglie, madre e religiosa, può comprendere ogni nostra esigenza, ogni nostra angoscia, ogni nostra debolezza.

La Santa, che porta con se la spina di Cristo sulla fronte, donatale durante un intenso momento di preghiera, non ci negherà la sua attenzione amorevole, di madre e amica.
Lei saprà ascoltare la nostra supplica e consolare il nostro cuore ferito.

Lei, che ha insegnato il perdono (dopo la morte del marito, per mano dei nemici del suo casato) ai suoi figli, perché non crescessero con desiderio di vendicarsi; lei, che perse anche i suoi figli a causa della peste, è l’esempio della donna devota che accetta la volontà di Dio, la comprende e vive, con la pace nel cuore, ogni momento, ogni situazione che il Signore predispone.

Lei, che ha voluto seguire la fede sotto ogni suo aspetto, sarà il balsamo delle nostre giornate, come già è stata per tutti coloro che la hanno invocata, nel corso dei secoli e per diverse necessità.
Mentre a Cascia ci si prepara a commemorala, domani il 22 Maggio, noi ci uniamo col cuore alle preghiere che salgono al cielo, passando tra le mani, profumate di rose, di Santa Rita.

Lei, definita “una donna credibile”, “un punto luce” per le nostre giornate, per le donne del nostro tempo, in cerca di un modello da seguire, e per gli uomini, bisognosi di apprezzare la forza delle loro consorti, trasmetterà il suo umano coraggio a tutti noi.
Nel video che segue, si racconta anche uno degli ultimi miracoli attribuiti alla Santa, citato da Suor Pierangela.
La Sorella, parla del nipote, che, tempo fa, si trovò in coma, senza alcuna speranza di potersi salvare.

La mamma del ragazzo, allora, pregò incessantemente Santa Rita e, alla fine della Novena a lei dedicata, suo figlio si risvegliò. I medici non ne seppero spiegare la ragione.

Antonella Sanicanti