Piovono Petali di Rosa: le grazie di Santa Teresa per noi

Petali di RosaI Petali di Rosa, attribuiti a Santa Teresa di Lisieux (1873-1897, Francia), sono il simbolo delle gocce di Sangue che caddero dalla Croce di Cristo e che lei raccolse -nell’accettare la sua chiamata alla santità- e che oggi trasforma in grazie, quelle che ottiene da Dio e dispensa ai suoi devoti.

Ogni anno, ad Ottobre, in molte chiese dedicate a Santa Teresa, si svolge la serata Petali di Rosa, un evento, una celebrazione, interamente dedicato alla Santa.
Si prega, si canta, si ascoltano testimonianze di grazie ricevute e si ricorda quella ragazza malata di tubercolosi che non si fece fermare da nulla e volle servire Cristo come poteva, offrendo le sue preghiere e le sue sofferenze per la conversione di tutti.

Nonostante fosse costretta ad una vita colma di dolori fisici, nonostante fosse in clausura, divenne Dottore della Chiesa e Patrona delle missioni con San Francesco Saverio.
Aveva solo 24 anni quando morì, ma aveva promesso di passare ogni attimo di Paradiso nell’intercedere presso Dio, per tutti coloro che si sarebbero affidati a lei.

Ed è con questo spirito che si svolgono le serate Petali di Rosa in tutto il mondo.
Al termine della celebrazione, si invita ognuno dei presenti a scrivere una lettera a Santa Teresa, che descriva nei dettagli le grazie di cui si necessita. Le lettere vengono imbustate e affrancate, ognuna con l’indirizzo del mittente.

Poi, vengono consegnate al celebrante, mentre ogni persona riceve una preghiera da recitare (almeno per un mese), che unisca i presenti nell’invocare l’intercessione e la vicinanza di Santa Teresa.
Le lettere raccolte verranno, poi, consegnate alle Suore Carmelitane di Clausura, sparse in ogni angolo della terra. Queste terranno le lettere in un contenitore per un anno intero e, ogni giorno senza mai aprirle e leggerle, pregheranno per le intenzioni che vi sono contenute.

Dopo un anno, le lettere verranno re-inviate al mittente, scritto sulla busta, e giungeranno alle persone che le hanno scritte e che potranno verificare quante delle grazie richieste si sono esaudite.
Ognuno riceverà anche la data della successiva serata di Petali di Rosa.

Questa è una lodevole iniziativa che ci avvicina fortemente alla preghiera, fatta per se stessi e per gli altri, quindi il nostro consiglio è di cercare al più presto la chiesa più vicina, in cui si pratica il culto -proprio in questo mese di Ottobre- ed invitare altri a fare lo stesso.

Antonella Sanicanti

Segui tutte le nostre News anche attraverso il nuovo servizio di Google News, CLICCA QUI