Papa Francesco ” Dio agisce nell’umiltà”

Schermata 2015-03-10 alle 02.34.16

L’umiltà di Dio, ovvero quel particolare modo di agire, caratteristico di Dio nei sui vari interventi nella storia dell’uomo, è stato al centro della riflessione di Papa Francesco durante l’omelia di ieri nella Santa Messa in Casa Santa Marta: Dio agisce sempre in modo semplice e umile e anche noi se vogliamo giungere a sentire la voce di Dio dobbiamo essere semplici e umili, mettendoci in ascolto nel silenzio.

Dio ama sorprendere ma questo non significa che fa le cose in modo eclatante: infatti “Dio non ama la spettacolarizzazione dei segni – ha detto il Santo Padre Egli agisce nell’umiltà, nel silenzio, nelle cose piccole“. E la gente dell’epoca rimane stupita per questa semplicità di Dio che viene a parlare loro per mezzo di un falegname: “ma questo di che viene a parlarci? Dove ha studiato per dirci queste cose? – ha detto il Papa – Che ci faccia vedere la laurea! In che Università ha studiato? Questo è il figlio del falegname e ben lo conosciamo“.

Nel corso della storia di Israele più volte vediamo intervenire Dio in questo modo: ad esempio “quando ha voluto liberare il suo popolo, lo ha liberato per la fede e la fiducia di un uomo, Mosè” ha detto Bergoglio alle persone presenti “quando ha voluto far cadere la potente città di Gerico, lo ha fatto tramite una prostituta“. Non solo, continuando a leggere le Scritture vediamo che “anche per la conversione dei samaritani ha chiesto il lavoro di un’altra peccatrice” e ancora “quando Lui ha inviato Davide a lottare contro Golia” lo ha mandato soltanto con “a fionda e le pietre“. Oppure “quando ha detto ai Magi che era nato proprio il Re, il Gran Re, cosa hanno trovato loro? Un bambino, una mangiatoia“.

Pensiamo sempre, quindi, che “così agisce il Signore: fa le cose semplicemente“:  Dio “ti parla silenziosamente al cuore“.

 

fonte:papafrancesco.net