Onoriamo i defunti, non festeggiamo Halloween – secondo giorno

Onoriamo i defuntiNoi onoriamo i defunti non festeggiamo Halloween, perché ci rendiamo conto di quanto questa ricorrenza sia lontana dalla fede cristiana, ossia dal desiderio di seguire Cristo e respingere ogni altra spiritualità, che voglia farci credere che Dio sia sostituibile.

Per questo motivo, nella Novena dedicata ai nostri defunti, vogliamo sottolineare sia i motivi per cui Halloween non è assolutamente accettabile per un cristiano, sia il nostro amore per le persone che ci hanno preceduto nella nascita al cielo. Anche le più dimenticate di esse hanno bisogno delle nostre preghiere, come noi della loro vicinanza.

Onoriamo i defuntiNoi non festeggiamo Halloween

Nel continuare a spiegare la ragione per cui Halloween è inaccettabile per un cristiano, ricordiamo che, secondo la credenza celtica, i defunti che ritornavano nelle loro case d’origine, in quella modalità, quella notte del 31 Ottobre, erano tutti cattivi e, quindi, ci si doveva attrezzare per servire loro delle offerte/sacrifici.

Da queste poche affermazioni, si deduce, senza ombra di dubbio, che i principi della festa di Halloween portano lontanissimo dai concetti cristiani e dal Dio cristiano, nonché dalle nostre certezze sulle anime delle persone che ci hanno preceduto nella nascita al cielo.

Nel corso degli anni, l’usanza si è modificata, è diventata una festicciola in maschera, per scongiurare la morte e le paure dei mostri della notte, nonché un business che offre addobbi di ogni sorta, piatti tipici e a tema e quant’altro.
Ma Halloween non è affatto Carnevale!

Onoriamo i defunti – secondo giorno di Novena

In merito, invece, alla Commemorazione dei Fedeli Defunti, dovremmo sempre tenere a mente che nessuno di noi può intendersi separato dai propri antenati. La nostra storia umana è intessuta alla loro, così come quella “eredità familiare” che contraddistingue la formazione spirituale di ognuno di noi.

Perciò, agevolare il loro passaggio alla beatitudine eterna gioverà, un giorno, anche a noi.
La ricorrenza della Commemorazione dei Fedeli Defunti si fa risalire a Sant’ Odilone di Cluny, l’abate che, nel 998, decise, secondo la Regola Cluniacense (di ispirazione Benedettina), che le campane dell’ abbazia suonassero con rintocchi funebri, dopo i vespri dell’1 Novembre, per celebrare, appunto, i defunti, e con l’intenzione di proporsi, il giorno dopo, di prendere l’Eucaristia pro requie omnium defunctorum.

2° Giorno – 25 Ottobre

Tu sei un Padre paziente e misericordioso verso ogni tuo figlio, soprattutto se fragile e debole nel peccare, abbi misericordia di quanti sono morti nella speranza di incontrare, oltre la morte, qualcuno a cui affidarsi per sempre nella pace eterna.
L’ eterno riposo …

Antonella Sanicanti

Segui tutte le nostre News anche attraverso il nuovo servizio di Google News, CLICCA QUI