Novena a San Leopoldo Mandic – Settimo giorno

Chi era San Leopoldo Mandic?

Ci apprestiamo a conoscere la figura di San Leopoldo Mandic attraverso la seguente novena. Si recita dal 3 all’11 maggio e con essa ci prepariamo alla celebrazione del 12 maggio, giorno in cui si festeggia il Santo Leopoldo.

San Leopoldo Mandic confessore
San Leopoldo Mandic (websource)

La vocazione religiosa di San Leopoldo

San Leopoldo Mandic nacque il 12 maggio del 1866. Vestì l’abito francescano all’età di diciotto anni, ricevendo il nuovo nome religioso di fra Leopoldo. Si impegnò nel rispettare e nel vivere la regola e lo spirito di San Francesco d’Assisi. Il 20 settembre del 1890 il cardinale Domenico Agostini lo ordinò sacerdote, nella basilica della Madonna della Salute a Venezia.

L’intercessione di San Leopoldo Mandic

Dopo la sua morte, avvenuta nel 1942, le apparizioni di San Leopoldo furono diverse. In parecchi casi, a seguito dell’apparizione, avvennero miracolose guarigioni. Un caso fu quello di Elsa Raimondi. Nell’aprile del 1944 la donna fu ricoverata per ernia inguinale. Durante l’intervento chirurgico la situazione si rivelò più complicata del previsto, poiché i medici le diagnosticarono una forma di peritonite tubercolare. La situazione era molto grave. Il parroco di Rovigo (suo paese natale) le parlò di San Leopoldo Mandic.

La novena a San Leopoldo

Il 30 luglio la donna iniziò una novena a San Leopoldo, pregando affinché potesse intercedere per lei. Alla fine della Novena il Santo apparve ad Elsa, affermando che sarebbe guarita il 12 settembre. Proprio quel giorno, verso sera, Elsa sentì una voce che le indicava di scendere dal letto. Elsa eseguì ciò che le era stato detto e, scendendo dal letto, poté dire ai suoi parenti: “Sono guarita, Padre Leopoldo mi ha liberata dal male!”. Il miracolo avvenne e i medici poterono attestare la guarigione di Elsa.

Novena a San Leopoldo Mandic – Settimo giorno

Nel nome dei Padre e dei Figlio e dello Spirito Santo. Amen.

O Dio, Padre onnipotente, tu hai arricchito san Leopoldo con

l’abbondanza della tua grazia; concedi a noi, per sua

intercessione, di vivere nell’abbandono alla tua volontà, nella

speranza della tua promessa, nell’amore della tua presenza.

Gloria al Padre…

O Dio, tu manifesti la tua onnipotenza soprattutto nella

misericordia e nel perdono e hai voluto che san Leopoldo ne fosse

tuo fedele testimone; per i suoi meriti, concedi a noi di celebrare,

nel sacramento della Riconciliazione, la grandezza del tuo amore.

Gloria al Padre…

O Dio nostro Padre, in Cristo tuo Figlio, morto e risorto, hai

redento ogni nostro dolore e hai voluto san Leopoldo paterna

presenza di consolazione; infondi nelle nostre anime la certezza

della tua presenza e del tuo aiuto. Gloria al Padre…

O Dio, fonte di comunione per tutti i tuoi figli, tu hai voluto Cristo unico pastore della tua Chiesa;

per l’intercessione di san Leopoldo, silenzioso profeta dell’ecumenismo spirituale, infondi in noi il

tuo Spirito, perché sappiamo pregare e donare la vita per l’unità di tutti i credenti in te.

Gloria al Padre…

O Dio, tu hai voluto Maria madre di Cristo e della Chiesa e hai allietato la vita di san Leopoldo con

una tenera devozione alla Madonna; consola la nostra vita con la grazia della sua bontà materna.

Gloria al Padre…

O Dio, Signore glorioso e Padre della vita, affidiamo al tuo amore le nostre speranze e le nostre

preghiere; per l’intercessione di san Leopoldo guarda con benevolenza ai tuoi figli ed esaudisci le

nostre umili domande.

Per Cristo nostro Signore. Amen.

Per approfondire la figura di San Lepoldo: clicca qui

Fabio Amicosante