Novena a San Giovanni Paolo II, sesto giorno: “di un Paese lontano”

Il 22 ottobre celebriamo la memoria liturgica di Giovanni Paolo II. Con la seguente novena ci apprestiamo a conoscere meglio questo straordinario Papa.

San Giovanni Paolo II Papa
San Giovanni Paolo II (websource)

Con la novena a Giovanni Paolo II ci uniamo in preghiera al fianco di uno dei Pontefici più amati della storia. «Non abbiate paura! Aprite, anzi, spalancate le porte a Cristo!  Non abbiate paura! Cristo sa “cosa è dentro l’uomo”. Solo lui lo sa!». Con queste parole, San Giovanni Paolo II dava inizio al suo pontificato, nel 1978. Il Santo Pontefice è stato il primo Papa polacco della storia. Il suo grande senso di “apertura” lo portò a compiere ben 104 viaggi in tutto il mondo, con i quali stabilì una grande attività di contatto con la popolazione, soprattutto con i più giovani. Risale infatti agli anni ’80, nel pieno del suo pontificato, la creazione della Giornata mondiale della gioventù.

San Giovanni Paolo II: il Papa “di un Paese lontano”

Il 16 ottobre del 1978 si levò la fumata bianca in Piazza San Pietro, era stato eletto il nuovo Pontefice. Poco prima delle 19:00 Karol Wojtyla si presentò alla folla riunita in piazza decidendo di rivolgere, contrariamente a quanto previsto dal cerimoniale, un discorso di saluto ai fedeli. Le sue prime parole, dopo aver ricordato con emozione il suo predecessore Giovanni Paolo I, furono: “gli eminentissimi Cardinali hanno chiamato un nuovo Vescovo di Roma…lo hanno chiamato di un Paese lontano”.

Una scelta dalla grande valenza storica

Con Papa Giovanni Paolo II la storia della Chiesa contemporanea ha avviato un nuovo corso. Con Wojtyla tornò al soglio pontificio un Papa non italiano dopo quattro secoli. Il 1522 infatti, con l’elezione di Papa Adriano VI, rappresentò l’anno dell’ultima elezione di un Papa non italiano, prima di Giovanni Paolo II. Ma, con il suo forte carisma, Wojtyla ha fin da subito annullato le distanze: “un paese lontano si, ma sempre così vicino per la Comunione nella fede e nella tradizione Cristiana”.

Novena a San Giovanni Paolo II – sesto giorno

Credo in Dio, Padre onnipotente, creatore del cielo e della terra; e in Gesù Cristo, suo unico Figlio, nostro Signore, il quale fu concepito di Spirito Santo, nacque da Maria Vergine, patì sotto Ponzio Pilato, fu crocifisso, morì e fu sepolto; discese agli inferi; il terzo giorno risuscitò da morte; salì al cielo, siede alla destra di Dio, Padre onnipotente; di là verrà a giudicare i vivi e i morti. Credo nello Spirito Santo, la Santa Chiesa cattolica, la comunione dei Santi, la remissione dei peccati, la risurrezione della carne, la vita eterna.

Padre Nostro; Ave Maria; Gloria al Padre.

Dio Padre onnipotente, Tu ci hai creati per amore e con amore e non vuoi altro che il nostro bene. Ti preghiamo di ascoltare le suppliche che ti rivolgiamo per intercessione di San Giovanni Paolo II, che ci ha sempre indicato la tua paternità misericordiosa, come una porta aperta ad ogni figlio. Giovanni Paolo II prega per i tuoi figli, che si riconoscono bisognosi del perdono del Padre e del suo aiuto.

Fabio Amicosante

 

 

 

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Lalucedimaria.it scrivendoci al seguente indirizzo: [email protected]