Novena per tutti coloro che sono nella difficoltà – Secondo giorno

Consigliamo a tutti coloro che vivono una difficoltà economica di rivolgersi a San Giuseppe per affidarsi alla sua paterna protezione.

Novena per tutti coloro che sono nella difficoltà
Photo web source

San Giuseppe nel corso della sua vita terrena ha sperimentato la fatica e come ogni padre di famiglia, la preoccupazione di provvedere alle necessità anche materiali dei suoi cari.
In questo periodo storico, un numero sempre più crescente di persone che già versava in difficoltà economiche ha ricevuto il colpo di grazia a causa del Covid-19 e non ha il cibo quotidiano per sfamarsi.

E’ un tempo davvero critico per molti e le prospettive all’orizzonte non sono delle più rosee. Ma è in momenti come questi, in cui arriviamo a toccare il fondo, e ci rendiamo conto della fallibilità delle autorità che ci governano e che dovrebbero invece tutelare i bisogni primari di tutti, che abbiamo due scelte: rimanere schiacciati dalla prova o affidarci e cogliere nella prova un’occasione. La preghiera è un’arma potentissima e se noi la proferiamo con fiducia non rimarremo delusi.

San Giuseppe

Novena a San Giuseppe – Preghiera del secondo giorno (Martedì 29 settembre)

Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen.

O San Giuseppe, mio protettore ed avvocato, a te ricorro, affinché m’implori la Grazia per la quale mi vedi gemere e supplicare davanti a te. E’ vero che i presenti dispiaceri e le amarezze che provo sono forse il giusto castigo dei miei peccati. Riconoscendomi colpevole, dovrà per questo perdere la speranza di essere aiutato dal Signore?

“Ah! no mi risponde la tua grande devota Santa Teresa – no certo, o poveri peccatori. Rivolgetevi in qualunque bisogno, per grave che sia, alla efficace intercessione del patriarca San Giuseppe; andate con vera fede a lui e resterete certamente esauditi nelle vostre domande”.

San Giuseppe

Con tanta fiducia mi presento, quindi, davanti a te e imploro misericordia e pietà. Deh!, per quanto puoi, o San Giuseppe, prestami soccorso nelle mie tribolazioni. Supplisci alla mia mancanza e, potente come sei, fa’ che, ottenuta per la tua pia intercessione la grazia che imploro, possa ritornare al tuo altare per renderti l’omaggio della mia riconoscenza.

Padre nostro, Ave, o Maria, Gloria al Padre. Amen

Simona Amabene 

©Riproduzione vietata

 

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Lalucedimaria.it scrivendoci al seguente indirizzo: [email protected]