Novena di Natale in compagnia di Padre Pio – terzo giorno

novena di nataleLa Novena di Natale fu recitata per la prima volta nel 1720, dai Missionari Vincenziani di Torino. E furono proprio due di loro, Padre Carlo Antonio Vacchetta, “maestro di sacre cerimonie e prefetto della chiesa e del canto”, e Padre Sebastiano Valfré, oggi Beato, a volerne propagarne il culto.
Oggi lo propaghiamo anche con l’ausilio di Padre Pio:

Novena di Natale – dagli scritti di Padre Pio

“Non mancherò giammai, e molto più in questi santi giorni, di pregare il divin Pargoletto per tutti gli uomini … Tutto mi aspetto dalla mano liberalissima del Signore ed anche questa grazia me l’aspetto per i soli meriti del Verbo incarnato. Non manchino le vostre suppliche a tal fine, specie in questi giorni, nei quali il cielo più che mai è aperto per far discendere su di noi le divine grazie”.

Novena di Natale – terzo giorno

Al popolo d’Israele, oppresso dalla schiavitù babilonese, il profeta Isaia dà un lietissimo annuncio: è prossima la liberazione. Il Signore stesso verrà in mezzo al suo popolo come Pastore buono che ha cura del debole, come Padre misericordioso che perdona i peccati, come Dio forte che sconfigge i nemici. I prescelti da Dio, però, devono impegnarsi a preparare la strada al Signore e a togliere tutti gli ostacoli del male mediante una vera conversione.
Ecco il Signore: (Is 40,3-5), prepariamo i nostri cuori

Il Signore vuole trovare una via per entrare nei nostri cuori e dimorarvi. La voce grida nel deserto: preparate una strada. Questa voce giunge prima all’orecchio e dopo, o meglio attraverso l’ascolto, la parola penetra nell’intelletto. Preparate, dice la voce, una strada al Signore. Quale via gli prepareremo? Una strada materiale? Ma la parola di Dio può richiedere una simile via? Non occorre piuttosto preparare al Signore una via interiore e tracciare nel nostro cuore delle strade diritte, piane?

Sì, questa è la via per cui la Parola di Dio si introduce per stabilirsi nel cuore dell’uomo. Prepariamo una via al Signore con una buona coscienza, rendiamo piana la strada perché il Bambino Gesù possa camminare in noi senza difficoltà e donarci conoscenza dei suoi misteri e della sua venuta. (“Omelie su Luca”)

Manda li tuo Spirito, o Signore:
Perché otteniamo il perdono dei nostri peccati e la purificazione da tutte le nostre colpe
– Noi ti preghiamo, manda il tuo Spirito, o Signore.

Perché otteniamo l’aumento della fede e della nostra adesione alla volontà di Dio
– Noi ti preghiamo, manda il tuo Spirito, o Signore.

Perché otteniamo l’aumento della speranza nei beni eterni promessi da Dio
– Noi ti preghiamo, manda il tuo Spirito, o Signore.

Perché otteniamo l’aumento della carità e della grazia che ci rendono conformi alla santità di Dio
– Noi ti preghiamo, manda il tuo Spirito, o Signore.

O Dio onnipotente che ci chiami a preparare la via al Cristo Signore, fa’ che per la debolezza della nostra fede non ci stanchiamo di attendere la consolante presenza del Medico Celeste. Per Cristo nostro Signore. Amen.

Leggi anche: Novena di Natale in compagnia di Padre Pio – secondo giorno

Antonella Sanicanti


Segui tutte le nostre News anche attraverso il nuovo servizio di Google News, CLICCA QUI