Novena a San Charbel. Settimo giorno

Novena a San Charbel. Settimo giorno
San Charbel

Durante la novena a San Charbel Maklouf, comprenderemo quanto lui sia, in effetti, vicino alle nostre speranze e possa essere il nostro intercessore, presso Dio Padre.
Appartenne all’Ordine Maronita, un gruppo di Monaci operanti anche in Libano. In quel luogo, precisamente ad Annaya, si venera il suo sepolcro, la sua storia, che attira, ogni giorno, tantissimi fedeli.

I Confratelli del Monastero, a cui era affidato il corpo di Charbel, tentarono diverse strategie, per far cessare il fluire del liquido, emanato dalla sua tomba, dopo la morte.
Non si comprendeva ancora né il significato pieno, né il valore di ciò che il Santo lasciava in eredità all’umanità.
In ogni caso, nessuna delle loro strategie funzionò. Ad un certo punto, il liquido venne analizzato. I laboratori e gli scienziati, in Italia, in Francia, in Germania, in Inghilterra non seppero definire quella sostanza.

Intanto, il corpo venne riposto in una bara di vetro, senza alcuna serratura, lasciato incustodito ogni qualvolta i Monaci dovevano allontanarsene, per occuparsi delle varie faccende.
Così, i fedeli e i curiosi, che arrivavano al Monastero, erano liberi di prelevare, e portare con se come reliquie, peli della barba, ma anche dei denti e dei pezzi degli abiti del Santo

Novena a San Charbel

Nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen.
O Dio, vieni a salvarmi. Signore vieni presto in mio aiuto. Gloria, Veni Creator Spiritus, Credo Apostolico.

Settimo giorno: O San Charbel, da tutti amato, tu vieni in aiuto di tutti coloro che hanno bisogno di te. Pongo tutta la mia fiducia nella tua intercessione. Impetra per me questa grazia di cui ho molto bisogno (…). Amen.
San Charbel, stella che guida gli smarriti, prega per me.

O Dio, i miei innumerevoli peccati impediscono che le tue grazie possano giungere a me. Concedimi la grazia di espiare per essi. Dammi risposta con l’intercessione di San Charbel. Da’ al mio cuore triste la gioia e accogli la mia preghiera, o oceano di tutte le grazie. A te l’onore e la lode per sempre. Amen.
Pater, Ave, Gloria.

Antonella Sanicanti