Miracolo a Lourdes: l’ostia si solleva durante la Messa – Video

Miracolo a LourdesMiracolo a Lourdes. L’ostia, si fa Corpo vivo di Cristo e, durante la preghiera eucaristica, mentre tutti i sacerdoti che stanno celebrando invocano su di essa lo Spirito Santo, si muove dalla patena su cui è posta.

La transustanziazione si avvera, come in ogni Santa Messa, e l’ostia consacrata e il vino si trasformano in Corpo e Sangue di Cristo, nostro Signore e Salvatore, così che noi possiamo cibarcene nell’ Eucarestia e farlo rivivere in noi.
Ciò che accade nel video qui sotto riproposto è stato indagato e documentato dal 1999 ad oggi, ma nessuno ancora ne parla apertamente.

Eppure, una telecamera quel giorno riprendeva la Santa Messa, celebrata a Lourdes. Un Frate Trappista piemontese, Padre Lino Colosio, in tutti questi anni, ha fatto in modo che non se ne perdesse la memoria: “Questa levitazione del pane offerto è di un significato profondissimo: lo Spirito dà un segno manifesto e vivo della sua potente opera santificatrice, che rende presente il Corpo ed il Sangue del Signore Gesù Risorto nel pane e nel vino; appena invocato, scende su di essi, li trasforma, transustanzia, lasciando intatte, per la nostra esperienza razionale e sensibile, le specie eucaristiche; la stessa azione santificatrice è successivamente operata dallo Spirito, trasformando noi che lo riceviamo in Lui, ma lasciando intatta la nostra umanità”.

Miracolo a Lourdes: il Vaticano indaga

Lo scorso anno, poi, il video è finalmente stato visionato anche in Vaticano e posto all’ attenzione del Prefetto della Congregazione per il Culto Divino e la Disciplina dei Sacramenti, il Cardinale Robert Sarah: “Il Cardinale è rimasto molto colpito da questo fatto e si è detto felicissimo del prodigio”, ha riferito Padre Lino Colosio.
Ora, tutti noi attendiamo nuovi sviluppi, nuovi commenti per quello che sembra, a tutti gli effetti, un prodigio miracoloso, un segno straordinario della reale presenza di Cristo, immolato per noi, sull’altare di ogni Santa Messa.

Segui tutte le nostre News anche attraverso il nuovo servizio di Google News, CLICCA QUI

Antonella Sanicanti