Medjugorje, messaggio per oggi: “Vedo nel vostro cuore l’inquietudine”

La Madonna nel suo messaggio del 25 novembre 2010 ha parole che sono tanto più attuali oggi, in questo tempo cosiddetto del Covid. 

Madonna di Medjugorje davanti la chiesa di San Giacomo

Questo tempo, che dura dal 24 giugno 1981, è caratterizzato da un avvenimento che è unico nella storia dell’umanità, la presenza della Madonna in mezzo a noi, a Medjugorje.

Messaggio di Medjugorje del 25 novembre 2010 alla veggente Marija

Cari figli, vi guardo e vedo nel vostro cuore la morte senza speranza, l’inquietudine e la fame. Non c’e’ preghiera né fiducia in Dio perciò l’Altissimo mi permette di portarvi speranza e gioia. Apritevi. Aprite i vostri cuori alla misericordia di Dio e Lui vi dara’ tutto cio’ di cui avete bisogno e riempirà i vostri cuori con la pace perche’ Lui e’ la pace e la vostra speranza. Grazie per aver risposto alla mia chiamata”.

Riflessione

Le parole della Madonna risuonano tanto più attuali oggi che viviamo questo tempo cosiddetto del Covid, che ha scatenato ansie e paure nelle vite di moltissimi. Al dolore per i morti a causa del Covid in condizioni di estrema solitudine, si unisce quello dei loro cari, di coloro che vivono il dramma della perdita del lavoro, il disagio psicologico dei giovani, delle persone sole, l’incertezza per il futuro e tanto altro.

Eppure il messaggio che Lei ci rivolge è senza tempo, vale per la prova di oggi come per qualsiasi altra prova a cui la vita ci mette di fronte. La Madonna va dritta al punto: se manca la preghiera mancano la fede, la speranza e quindi la pace nei nostri cuori. Perciò Dio le permette di essere qui a Medjugorje, in mezzo a noi, per risvegliare nei nostri cuori la fede vera in Cristo, che non ci toglie le croci ma ci concede tutte le grazie necessarie per portarle, se noi glielo chiediamo.

Simona Amabene

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Lalucedimaria.it scrivendoci al seguente indirizzo: [email protected]