Medjugorje, il messaggio per oggi: “Perché lo Spirito Santo vi aiuti nella preghiera”

La Madonna nel suo messaggio del del 25 giugno 1996 ci ringrazia ma ci esorta anche a non illuderci di essere a posto. 

Madonna di Medjugorje davanti la chiesa di San Giacomo

Questo tempo, che dura dal 24 giugno 1981, è caratterizzato da un avvenimento che è unico nella storia dell’umanità, la presenza della Madonna in mezzo a noi, a Medjugorje.

Messaggio di Medjugorje del 25 giugno 1996 alla veggente Marija

“Cari figli! Oggi vi ringrazio per tutti i sacrifici che mi avete offerto in questi giorni. Figlioli, vi invito ad aprirvi a me e a decidervi per la conversione. I vostri cuori, figlioli, non sono completamente aperti a me, per questo vi invito di nuovo ad aprirvi alla preghiera, perché lo Spirito Santo vi aiuti nella preghiera affinché i vostri cuori diventino di carne e non di pietra. Figlioli, grazie per avere risposto alla mia chiamata e per avere deciso di camminare con me verso la santità”

Riflessione

La Madonna prima di tutto ci ringrazia perciò che abbiamo fatto con spirito di sacrificio offrendolo per lei. Poi però ci esorta a fare ancora un passo in più, per non rischiare di illuderci di essere a posto. La conversione è un processo che dura tutta la vita, fino a quando saremo su questa terra. Non basta dire un “sì” ma occorre rinnovarlo con decisione continuamente, ogni santo giorno. E non è facile, spesso costa molta fatica, perciò è fondamentale ricorrere, attraverso la preghiera, all’aiuto indispensabile dello Spirito Santo, che ci sostiene e fa si che il nostro cuore, chiuso, ripiegato e come dice la Madonna, di pietra, si trasformi in un cuore di carne che pulsa di amore. Pronto quindi ad accogliere, perdonare, pazientare, esattamente come il cuore di Maria, modello da imitare.

Simona Amabene

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Lalucedimaria.it scrivendoci al seguente indirizzo: [email protected]