Medjugorje 2009, Bruno Marcello guarisce da un tumore

Bruno Marcello guarisceMedjugorje 2009, Bruno Marcello guarisce da un tumore, dopo che i medici gli avevano fatto sapere che le metastasi, sparse nel suo corpo, gli avrebbero concesso solo poche settimane di vita.

Tutto era cominciato con dei dolori alla pancia e quella che sembrava solo una cisti, anche se di 13 centimetri, era in effetti un tumore in crescita.
Ricoverato all’ospedale di Genova, la situazione apparve disperata, sin da subito, anche dopo una prima operazione: il suo corpo presentava un numero elevato di masse tumorali, irremovibili, incurabili!

Bruno Marcello guarisce inspiegabilmente

Poi, per qualche motivo, venerdì 4 Dicembre 2009, gli capitò tra le mani un volantino che parlava di un pellegrinaggio a Medjugorje.
Trovarono un posto all’ultimo momento, per il viaggio del 7 Dicembre; per quello successivo lui non ce l’avrebbe fatta!
E li, a Medjugorje, il giorno dell’Immacolata Concezione, sulla collina delle apparizioni, si attendeva la Vergine, che avrebbe parlato al veggente Ivan.
“La mia salute era precaria, facevo fatica a camminare, per cui non sarei dovuto salire sulla collina, anche perché pioveva fortissimo, ma sono stato spronato a salire sul monte”, racconterà poi Bruno Marcello.

“Sono stato 3 ore quella sera, sul monte, sentivo le persone che pregavano e cominciavo a muovere i miei primi passi con la preghiera”, che poi lo porterà alla conversione vera.
“Devo dire che quando ho iniziato a pregare, la preghiera faceva più effetto degli antidolorifici nel mio corpo”.
Cominciava a non sentire più i dolori, mentre la moglie avvertiva un profumo di lavanda -tornata all’alloggio- fiori che in Bosnia-Erzegovina non esistono, non a Dicembre.

Due settimane dopo, Bruno Marcello era in visita dall’ oncologo: “La dottoressa cercava di individuare le ghiandole e le cellule malate sul mio corpo, ma palpandomi in tutto il corpo non riusciva a trovare nulla”.
La guarigione di Bruno Marcello è stata raccontata anche nel libro di Paolo Brosio.

Antonella Sanicanti