Medjugorje arriva in Cina, la devozione alla Vergine varca i confini del mondo

Ci sono molte Nazioni orientali in cui essere cristiani è molto pericoloso. Una di queste è la Cina. Chiunque venga sospettato di professare la fede in Dio, viene denunciato al regine, con conseguenze a volte molto spiacevoli e crudeli.

Anche Hong Kong è soggetta a molti controlli, una città per lo più buddista, in cui i cristiani sono davvero pochi.

In ogni caso, anche li è arrivato l’eco dei messaggi di Medjugorje e questo è bastato perché molti cominciassero un cammino di conversione e dessero origine a dei gruppi di preghiera.

In quella città, come in altre della Cina, i messaggi cristiani arrivano tradotti in inglese.

Uno degli animatori di quei gruppi di preghiera si chiama Chang, che aveva solo 15 anni, quando si consacrò alla Vergine Maria, dopo aver ricevuto un’educazione cristiana dai Padri Gesuiti.

Nonostante questo, all’epoca, non esistevano, nella sua comunità, gruppi di preghiera che sostenessero la sua fede, ma andava ugualmente a Messa e si prodigava in diverse attività di beneficenza.

Nel 1988, però, cominciò a pregare più intensamente, poiché un componente della sua famiglia si era ammalato e rischiava la vita.

Mentre pregava, la sua conversione diveniva sempre più importante. Un padre trappista, allora, gli parlò di Medjugorje: lui lesse voracemente tutti i messaggi dei veggenti e si affidò a Maria, per essere perdonato dalle sue colpe passate e proponendo di servirla, ogni giorno, da li in avanti.

“A partire da questo momento non desiderai altro che una cosa … pregare profondamente e abbandonarmi alla divina provvidenza.”, dice Chang e fu così che, grazie a lui, ad Hong Kong cominciarono a nascere dei gruppi di preghiera.

Ora Chang, con il suo gruppo, segue tutto ciò che accade a Medjugorje e di conseguenza, un giorno alla settimana, recitano due Misteri dei Rosario, seguono la S. Messa e poi recitano il terzo Mistero, con le preghiere per i malati. Gli altri giorni invocano lo Spirito Santo, meditano il Rosario, si confessione, seguono la lectio divina, leggono i Messaggi di Medjugorje, fanno la Santa Comunione e il canto del Magnificat, nonché altre preghiere per i malati.

Chang e il suo gruppo, anche se nel nascondimento, riescono ad avere una vita di fede molto intensa; nonostante le persecuzioni restano fedeli alla Vergine, Madre di tutti.