Medjugorje: A 70 anni percorrono più di Mille chilometri a piedi per andare dalla Madonna

 

 

 

 

E’ una notizia di qualche anno fa, ma andrebbe registrata (e forse è stato già fatto) tra quelle che testimoniano quanto la fede non sia viva senza le opere, le imprese, i gesti, eclatanti o semplici, fatti per amor di Dio, della Madonna, sua e nostra Madre, degli altri.

Così intenerisce e rivivifica la notizia dei fratelli Valoti che, in un Giovedì 30 Agosto, di un paio di anni fa, hanno compiuto un’impresa straordinaria.

Franco e Sergio di Bergamo hanno camminato per un mese intero, per arrivare, dalla loro città, a Medjugorje a piedi!

L’impresa devozionale e ammirevole stupisce ancora di più, se si pensa che i fratelli Valoti avevano già compiuto i settant’anni e che, per raggiungere la loro meta, si sono attrezzati e ben bene e hanno percorso 1.050 chilometri.

Per raccontare ai fedeli incuriositi le loro gesta, hanno spiegato che quel viaggio Bergamo-Medjugorje è stato per loro un cammino spirituale, letteralmente, che li ha aiutati a convertirsi e ad aumentare la loro fede in Dio.

Durante il viaggio hanno poi avuto l’occasione di incontrare molta gente sconosciuta, gente che si è rivelata da subito un dono. Da loro si sono fatti conoscere, da loro sono stati ospitati e nutriti, ricevendo un’accoglienza generosa e una disponibilità d’animo che Franco e Sergio non si sarebbero aspettati affatto.

Il pellegrinaggio si è potuto compiere con successo anche grazie al sostegno di quelle persone, metafora questa di come Dio ci assegni, lungo il cammino della vita, delle persone che, al momento opportuno, ci faranno da “Cirenei”, ci aiuteranno a fare quel passo in più che da soli avremmo fatto fatica ad affrontare.

Anche il silenzio e la preghiera sono stati compagni di viaggio dei due fratelli, che spesso tornavano con la mente alle famiglie lasciate a casa o alle persone che nel mondo, ieri come oggi, hanno bisogno di tanto sostegno e di parole spese al Padre in loro favore.

I dubbi e le preoccupazioni dei due viandanti, soprattutto iniziali, si sono via via dissipati, come nebbia che scompare all’arrivo del sole.

Dio era con loro e di loro si è preso cura, durante tutto il tragitto, fino alla meta.