Luisa Corna: io, Padre Pio e Natuzza Evolo

Luisa CornaLuisa Corna racconta la sua fede, nata e coltivata in una famiglia molto religiosa.
Nel corso della sua vita, ha anche avuto l’ opportunità di incontrare Natuzza Evolo e di apprezzare la spiritualità di Padre Pio.

L’incontro con Natuzza

Quando si trovò in Calabria per uno spettacolo che raccoglieva fondi, incontrò Natuzza: “Mi avevano coinvolto per cantare in una serata benefica, dove venivano raccolti dei fondi per ricostruire la chiesa che Natuzza da tanto sognava e anche una struttura per poter dare ospitalità ai famigliari dei degenti in ospedale. Era un grande progetto a cui teneva molto, ed era diventata la sua missione.

Chiesi, insieme a mia mamma che era con me, se era possibile incontrare Natuzza, prima del concerto perché, tra l’altro, non stava molto bene.
Grazie a Dio ci ha accolto e devo dire che è stato un bellissimo incontro, perché era una donna dolce, carina, solare”.

L’incontro è stato molto singolare, Natuzza ha voluto abbracciare la cantante-attrice e, per tutto il resto del tempo, sembrò che la mistica le leggesse nel cuore, rispondendo a questioni che nessuno aveva neppure proposto.

Luisa Corna nei luoghi di Padre Pio

Luisa Corna prega molto ed ogni giorno, credendo nella forza che il dialogo con Dio può dare ad ogni fedele, alla serenità che può portare in ogni cuore.
Luisa Corna è andata anche a Pietrelcina e San Giovanni Rotondo, venendo in contatto con la particolare spiritualità di San Pio.

“E’ un Santo che mi ha sempre incuriosito, perché, oltre al suo misticismo, l’ho sempre avvertito come una persona molto vera e lo sento vicino. Un uomo che ha avuto una grandissima forza e che ha lottato tantissimo: ho avuto modo di andare a visitare i luoghi in cui è vissuto ed in cui è stato. Ciò che mi ha sempre affascinato di lui è questo duplice aspetto: di vero e uomo e di religioso”.

Antonella Sanicanti

Segui tutte le nostre News anche attraverso il nuovo servizio di Google News, CLICCA QUI