La preghiera che dobbiamo assolutamente recitare il venerdì Santo…

 

016_nathan_greene - The_crucifixion

Nei giorni del Triduo Pasquale c’è un’antica preghiera, Anima Christi, che ci può accompagnare per aiutarci ad entrare meglio nel dono che Cristo fa di sé sulla croce, anticipato nel sacramento eucaristico. Anima Christi ha conosciuto recentemente una grande diffusione nella liturgia grazie al compositore Marco Frisina che l’ha musicata con una melodia semplice e orecchiabile.

Composta nella prima metà del XIV secolo da un autore sconosciuto, viene erroneamente attribuita a sant’Ignazio di Loyola, che visse invece nel XVI secolo, e che in effetti scrisse a proposito di tale preghiera all’inizio dei suoi Esercizi Spirituali. Ancor prima della composizione della preghiera, san Tommaso d’Aquino aveva affermato nella sua Summa Teologica che la grazia divina è nell’anima di Cristo.

James Mearns, un innologo britannico, la trovò in un manoscritto del British Museum datato al 1370; un’iscrizione è stata anche ritrovata su uno dei portoni dell’Alcázar di Siviglia, risalente all’epoca di Pietro I (1334-1369).

In questa preghiera il significato della parola “anima” è vicino a quello di “cuore” e vi si ritrova una sequenza di termini ripresi dalla liturgia eucaristica, memoriale del sacrificio di Cristo sulla croce: anima, corpo, sangue, divinità, acqua, passione. Vi si possono inoltre ritrovare dei richiami neotestamentari come il testo paolino di 1Ts 5,23: «Il Dio della pace vi santifichi fino alla perfezione, e tutto quello che è vostro, spirito, anima e corpo, si conservi irreprensibile per la venuta del Signore nostro Gesù Cristo».

Il testo in italiano:
Anima di Cristo, santificami,

Corpo di Cristo, salvami.

Sangue di Cristo, inebriami,

acqua del costato di Cristo, lavami.

Passione di Cristo, fortificami.

Oh buon Gesù, esaudiscimi.

Nelle tue piaghe, nascondimi.

Non permettere che io sia separato da Te.

Dal nemico difendimi.

Nell’ora della mia morte chiamami,

e comandami di venire a Te,

perché con i tuoi Santi ti lodi,

nei secoli dei secoli. 
Amen.


Il testo originale in latino:
Anima Christi, sanctifica me.

Corpus Christi, salva me.

Sanguis Christi, inebria me.

Aqua lateris Christi, lava me.

Passio Christi, conforta me.

O bone Jesu, exaudi me.

Intra vulnera tua absconde me.

Ne permittas me separari a Te.

Ab hoste maligno defende me.

In hora mortis meae voca me,

Et jube me venire ad Te,

Ut cum Sanctis tuis laudem Te

Per infinita saecula saeculorum.
 Amen.