La Pornografia si può ritenere una Dipendenza? è un Peccato Mortale? Ecco la Risposta!

toxic2016b
La pornografia è una vera e propria dipendenza riconosciuta e ancor peggio un grave peccato mortale che invade tutti gli ambiti della vita.
Molte persone lottano ogni giorno contro  l’uso della pornografia, tra cui cattolici, uomini di fede, sposati e non, i genitori e  i giovani.
Un progetto dei vescovi degli Stati Uniti riuniti in assemblea generale a Baltimora,  prevede di dichiarare la pornografia “peccato mortale” e invitare i  cattolici a starne lontano.
“La produzione o l’uso di materiale pornografico è un peccato mortale che deve essere confessato alla persona in grado di amministrare il perdono di Dio”, dice la bozza
“Crea in me un cuore puro” è la risposta pastorale  scelta contro la pornografia.
“Coloro che producono e distribuiscono pornografia sono un danno del bene comune, e incoraggiano e portano anche gli altri a peccare”, dice il progetto
La dichiarazione, preparata dal Comitato dei Vescovi sui laici,  il matrimonio, la vita familiare e la gioventù, ha aggiunto:
“Sono moltissime le  vittime che della pornografia sono oramai divenute “pornodipendenti”. …
Tutta la  pornografia infantile è automaticamente una forma di traffico e la criminalità, perché è lo sfruttamento sessuale di un minore a scopo di lucro ed è contro la volontà del bambino a causa della sua incapacità di acconsentire …”
“Abbiamo visto i danni causati dalla corrosione della  pornografia: bambini la cui innocenza è stata rubata,  uomini e donne che sentono grande senso di colpa e vergogna nel vedere occasionalmente o abitualmente immagini pornografiche ; coniugi che si sentono traditi e traumatizzati, e uomini,  donne e bambini, sfruttati per l’industria del porno “.
Ma cos’è la  pornografia?
“La pornografia è fuori l’intimità del sesso, atti reali o simulati, per esporle a terzi deliberatamente. E’ offesa contro la castità perché snatura l’atto sessuale. Attenta gravemente la dignità di coloro che sono impegnati in essa (attori, commercianti, pubblico), dal momento che ciascuno di essi diventa per un altro oggetto di un piacere e profitto illecito per gli altri “(CCC 2354)
Pornografia comprende ciò che è a volte distinto come “soft” e “hard-core”, perché vi sono divisioni artificiali,  la pornografia è dannosa e sbagliata, e gli effetti su una persona possono variare l’intensità , ma sempre pornografia rimane, non è un’arte.”
“La pornografia non può mai essere giustificata, anche all’interno del matrimonio.” La pornografia genera altri peccati, come la masturbazione, che è deliberata, è la stimolazione erotica frequente al punto dell’orgasmo, comunemente si verifica con l’uso della pornografia. Mentre la nostra cultura la vede come in gran parte accettabile, la masturbazione è sempre gravemente contraria alla castità e alla dignità del corpo.
La pornografia è un grande business. Si stima che i ricavi siano facilmente intorno ai miliardi di dollari ogni anno. L’industria della pornografia è aggressiva, intelligente e regolata solo sporadicamente … Altre imprese, come ad esempio catene alberghiere, società via cavo e le farmacie, traggono grande beneficio dalla diffusione della pornografia e contribuiscono alla sua facile accessibilità.
Immagini pornografiche erotiche, sensualissime sono presenti oggi più che mai in America e in tutto il mondo. La corrente principale dell’industria dell’intrattenimento è diventata
ipersessualizzata in ogni settore, film, reality e ultimamente l’apertura sessuale erotica è arrivata anche ai romanzi rosa.