Il santo del giorno 3 febbraio 2015 si celebra san Biagio

b

Santo del giorno 3 Febbraio 2015: si celebra San Biagio

Il 3 febbraio 2015 si celebra San Biagio. Come ricorda il sito ilsantodelgiorno.it nacque a Sebaste nell’Armenia e èassò la giovinezza fra gli studi, dedicandosi in modo particolare alla medicina. Passò la sua vita alla cura degli altri alleviando le loro sofferenze. Geloso della sua purezza ed amantissimo della vita religiosa, pensava di entrare in un monastero, quando, morto il vescovo di Sebaste, venne eletto a succedergli. Da quell’istante la sua vita fu tutta spesa pel bene dei suoi fedeli. Per moltissimo tempo rimase celato in quella solitudine, vivendo in continua preghiera e continuando sempre il governo della Chiesa con messaggi segreti. Un giorno però un drappello di soldati mandati alla caccia delle belve per i giochi dell’anfiteatro, seguendo le orme delle fiere, giunsero alla sua grotta. Saputo che egli era precisamente il vescovo Biagio, lo arrestarono subito e lo condussero al preside.
San Biagio santo del giorno 3 febbraio – foto webSan Biagio santo del giorno 3 febbraio – foto web
Anch’egli morì come martire del cristianesimo: i carnefici lo condussero sulla sponda lo lanciarono nell’acqua, e mentre tutti si aspettavano di vederlo annegare. Biagio tranquillamente si pose a camminare sull’acqua finché raggiunse la sponda opposta. Il giudice. fuori di sè, vedendo di non poter spegnere altrimenti quella vita prodigiosa, lo fece decapitare. Ancora oggi lo si ricorda con amore.

PREGHIERA A SAN BIAGIO

O Glorioso San Biagio, che, con una breve preghiera, restituisce la perfetta sanità ad un bambino che per una spina di pesce attraversata nella gola stava per mandare l’ultimo anelito, ottenete a noi tutti la grazia di sperimentare l’efficacia del vostro patrocinio in tutti i mal di gola, ma più di tutto, di mortificare colla fede pratica dei precetti di Santa Chiesa, questo senso tanto pericoloso, e di impiegare sempre la nostra lingua a difendere le verità della fede tanto combattute e denigrate ai giorni nostri. Così sia