Gesù dissacrato da Cartoon Network

o-BLACK-JESUS-facebook

Il vecchio detto scherza coi fanti ma lascia stare Santi non funziona più ormai anche la televisione da tempo non considera valido questo detto, infatti l’ ultima trovata di  Cartoon Network in una delle sue ultime produzioni mandate in onda è altamente provocatorie infatti la serie si intitola “Black Jesus” già dal titolo si comprende quale sia il taglio dato alla serie.

Questa trasmissione ha suscitato molte reazioni negative la più eclatante quella del  Card. Oscar Andrés Rodriguez Maradiaga, Arcivescovo di Tegucigalpa, nonché Presidente della Conferenza Episcopale Honduregna, che testuali parole lo ha definito «apertamente anticattolico», e anche «una vera persecuzione contro la Chiesa». La serie è destinata ad un pubblico molto giovane quindi facilmente influenzabile, il Cardinale prosegue  il primo episodio ha confermato le peggiori previsioni. Si tratta di una parodia blasfema di Gesù Cristo, assolutamente inaccettabile. Il colore della pelle è la minore delle “libertà interpretative”, che gli autori si sono voluti concedere. Per il resto, si mostra un Figlio di Dio irriverente, volgare, sboccato, mascalzone, rozzo e donnaiolo. Lancia maledizioni, fuma droga e beve. Le parole, quelle vere, di Cristo nello show sono state storpiate, dileggiandole. Al suo seguito ha pochi apostoli, quattro in tutto, uno peggio dell’altro: avanzi di galera ed ubriachi. Sapere che tutto questo viene proposto ad un pubblico giovane fa rabbrividire. E’ un’inqualificabile azione d’indottrinamento ideologico.

black_jesus_still

Per cercare di mescolare le carte gli autori hanno cercato di mostrare anche un Gesù con qualità di redentore indulgente rispettoso e mansueto. La sua divinità traspare in alcuni tratti ma questo non basta a rendere accettabile il programma e la descrizione che fanno del Signore non è sopportabile dai credenti ma anche da coloro che hanno una visione onesta, obbiettiva e senza pregiudizi. Moltissime sono state le petizioni contro lo show ritenuto dissacrante e blasfemo e oltraggioso oltremodo verso i cristiani e la loro fede. Pensate in pochissimo tempo sono state raccolte più di 10 mila firme per bloccare al più presto questo scempio. Gesù fu dissacrato con la coronazione di spine e oggi come allora l’uomo continua in questa sua opera con questo atteggiamento ostile e senza rispetto, per un uomo che fu crocefisso e condannato a morte senza aver fatto del male a nessuno, anzi soltanto del bene.

L’obiettivo da perseguire potrebbe sembrare anche molto nobile cioè quello di avvicinare i giovani a Gesù il Figlio di Dio. Ma per farlo non bisogna degradare la sua figura e ridicolizzarla per renderla reale. Non è un buon segno ha dichiarato Bill Donohue Presidente della Catholic League. In realtà c’è Il sospetto concreto è che l’obiettivo fosse di confondere la visione di Gesù fino quasi a renderla ridicola cercando di calpestare la fede dei Cristiani. In questi tempi di grande travaglio col pericolo di terrorismo religioso alcune domande sorgono spontanee: Se la parodia dissacrante fosse stata fatta su Maometto cosa sarebbe successo? e quali sarebbero state le ripercussioni pericolose davanti di un simile affronto? e fino adesso perchè nessuno si è sognato di fare una serie di questo tipo forse per timore?