Foto Shock: una gabbia piena di bambini innocenti per protestare sulle stragi dell’ isis

20150216-gouta-children-655x436-655x436

La foto postata su Twitter da un profilo vicino ai terroristi  islamici che combattono il regime di Bashar al-Assad si chiede: “È la voce dei figli Gouta in questo mondo ormai silenzioso?”. Guerra psicologica verso l’Occidente

Roma, questa foto  postata su Twitter e rilanciata sui social media fa accapponare la pelle, perché raffigura un gruppo di bambini chiuso in una gabbia come il pilota della Reale Aeronautica Giordana, Muad al-Kasasbeah. A pubblicarla l’utente @Dimashki4, un profilo apparentemente vicino ai jihadisti nazislamisti dell’ISIS.

La minaccia è veramente terribile  sarebbe quella di dar fuoco ai bambini, vestiti con una tuta arancione come quella indossata da tutti i ‘giustiziati’ dai jihadisti del sedicente Stato Islamico.

In realtà, l’autore della provocazione intenderebbe sollevare la questione della condizione dei bambini di Gouta, zona periferica di Damasco, più volte bersagliata dai bombardamenti dell’aviazione siriana, ma anche dai miliziani jihadisti del Fronte al-Nusra e dell’ISIL, quest’ultimo gruppo autoproclamatosi ‘califfat

Certamente non si possono strumentalizzare così i bambini  ma il fatto non rappresenta una novità nel panorama vergognoso  dell’orripilante repertorio dell’ slamismo jihadista. La  guerra psicologica verso l’Occidente intenta a minare le sue  certezze  serve a farci capire che forse è arrivato il momento di mettere la parola fine ad un capitolo della nostra storia contemporanea vergognoso. Quando non si rispetta la vita in tutte le sue forme e soprattutto quella dei bambini usate come vittime sacrificali innocenti, l’essere umano ha perso la sua identità è ha intrapreso una strada senza ritorno, pensiamo che non ci sia fine al peggio ma questa volta si è toccato il fondo.

Questi bambini ci chiedono senza neppure saperlo di indignarci e di non rimanere indifferenti al loro grido di aiuto.