Tempo di Quaresima: Gesù ha portato sulle spalle l’intera croce o solo un’asse?

Ci siamo mai chiesti quale croce ha portato Gesù?

Un solo e semplice pezzo di legno o una vera croce fatta da due assi?

croce gesù
croce gettyimages

Una domanda che più volte il cristiano si è posto, al quale però i Vangeli non hanno saputo dare spiegazione approfondita.

Croce a uno o due assi?

La via del Calvario: Gesù la percorre integralmente con la croce sulle spalle. Così descrivono i Vangeli, come ci descrivono, anche, che Simone di Cirene, ad un certo punto, lo abbia aiutato perché stordito dal peso della croce. Ma la nostra domanda è: che croce portava Gesù?

Nessuno ha rivelato mai i dettagli della croce sulla quale morì Gesù: per i romani, la crocifissione era la punizione più comune per i criminali, ma non ci sono particolari che ci identificano la vera struttura della croce di Gesù. Secondo lo storico H. Shanks, “il legno era difficile da reperire, allora i romani utilizzavano montanti in legno già fissati a terra. Ciò significa che, chiunque venisse crocifisso, portava sulle spalle solo un’asse orizzontale” – spiega lo storico.

I segni sulla Sindone

Secondo fonti, il condannato non portava mai sulle spalle la croce intera, anche se i Vangeli ci raccontano che Gesù l’abbia portata integralmente” – continua lo storico. Anche secondo alcuni che hanno studiato la Sindone, lì invece potrebbe esserci la prova, invece, che Gesù è stato l’unico a portare l’intera croce sulle sue spalle: “Analizzando la Sindone al computer, in particolare la parte posteriore, si sono notati due segni di abrasione, gli stessi che erano anche presenti sulla tunica. Segno che indicavano uno schema a croce, probabile segno delle due assi messe insieme e portate da Gesù” – spiega lo scrittore H.Lackey, circa alcuni studi fatti sulla Sindone.

Forse non sapremo mai tutta la verità sulla croce: sta di fatto, però, che Gesù non solo si è caricato del legno della croce, ma anche di tutti i peccati dell’umanità. Un’umanità che, forse, ancora oggi, non comprende a pieno il significato del suo sacrificio.

ROSALIA GIGLIANO

Fonte: aleteia.org