Come restare puri in un tempo Malvagio.

curtiz-sodoma-e-Gomorra-cena-maravilhosa

Questa generazione sta diventando malvagia e vile perché sta perdendo la fede in Dio. E quella fede si sta dissipando perché non ci si nutre più della Bibbia come forza vitale. Se, come è scritto, la fede viene dall’udire la Parola di Dio, e la Parola viene trascurata e messa da parte, non c’è da meravigliarsi se la fede di tanti si è dissipata.

Non date la colpa al diavolo per il vostro declino spirituale. Non prendetevela solo con l’industria della pornografia, i registi, la televisione, gli spacciatori di droga, i produttori di bevande alcoliche. Il nostro traviamento è il risultato di una cosa sola: la mancanza di preghiera e di lettura della Bibbia e dei sacramenti.

Oggi si possono trovare solo una manciata di Cristiani che riservano del tempo per pregare e andare a Messa. Sappiamo che dovremmo pregare, sappiamo cosa accade alle nostre vite spirituali quando ignoriamo il Signore. Sappiamo che Cristo ci aspetta nella “cameretta segreta” della preghiera per rinnovarci e riempirci ogni giorno con la Sua potenza e santità. Non ignoriamo il modo in cui Dio opera. Comprendiamo appieno che le Sue vie per la purezza e la santità sono semplici e facili da seguire. Eppure troviamo quasi impossibile smettere di vivere le nostre vite anche solo per un’ora al giorno per passarla nella santa presenza di Dio.

Troviamo il tempo per guardare ore e ore di televisione. Abbiamo abbontante tempo per socializzare, per uscire a mangiare, per seguire gli eventi sportivi, ecc. ecc. Ma alla fine del giorno siamo troppo stanchi, troppo esausti mentalmente per pregare o leggere la Parola di Dio o per andare a Messa.

Ora, onestamente – quanto della Parola di Dio leggi ogni giorno? Ogni settimana? Quanto tempo passi da solo in presenza di Dio, tutto solo, per spandere il tuo cuore davanti a Lui? La verità è che questa intera generazione ha poco o niente tempo per pregare o per leggere la Bibbia o per stare alla sua presenza davanti al santissimo sacramento.

Cosa corrompe realmente i Cristiani? Cos’è che fa “scivolare” i Cristiani facendogli rivolgere i loro pensieri al mondo? Perché così tanti Cristiani oggi sono spiritualmente sterili e vuoti? Perché così tanti si lamentano del fatto che sta diventando sempre più difficile rimanere retti e puri in questo tempo? È perché lo spirito di questo tempo è più tortuoso e illusorio di quello di qualunque altra passata generazione? Stiamo combattendo demoni più grandi e più forti di quelli affrontati dai nostri progenitori? Il livello di corruzione oggi è più elevato oggi di quanto lo era cento o mille anni fa? Satana ha qualche tipo di potere speciale sopra questo secolo? Io dico di no! Satana può essere può adirato che mai, gli uomini empi possono star peggiorando sempre di più, il peccato può stare abbondando da ogni lato – ma la corruzione dei Cristiani non è dovuta al potere di Satana né allo spirito del male che è sulla terra. Altre generazioni hanno sperimentato epidemie di violenza e corruzione. La generazione di Noè era tanto malvagia che Dio fu obbligato a spazzarla via dalla terra. Era la generazione empia e perversa che costruì la torre di Babele. Tutti i profeti pensavano che la propria generazione fosse la più empia e la più malvagia della storia. Ascoltate il profeta Osea gridare contro la sua generazione, e sembra parlare alla nostra società moderna:

Presos-Operacao-Sodoma-Gomorra_ACRIMA20101202_0032_16

“Si prostituiscono… commettono adulterio… essi non considerano dentro di loro che io ricordo tutta la loro malvagità… nessuno di loro mi invoca… si mescola con i popoli… come una colomba stupida e senza giudizio… si fanno con il loro argento delle immagini fuse, idoli di loro invenzione… ha moltiplicato gli altari per peccare… Il profeta impazzisce, l’uomo ispirato è in delirio a motivo della tua grande iniquità e ostilità…” (Osea 7-9).

Osea disse alla sua generazione: “Avete abbandonato il vostro Creatore. Proclamate di conoscere Dio, ma non lo consultate più. Siete occupati a costruire, a seguire le cose di questa vita, ma intanto siete diventati tralci secchi e senza frutto – focacce cotte solo per metà”.

Isaia pensava che la sua generazione fosse la nazione più malvagia e vile di tutti i tempi. Egli disse della società del suo tempo: “Nazione peccatrice, popolo carico di iniquità, razza di malfattori, figli che operano perversamente. Hanno abbandonato l’Eterno, hanno disprezzato il Santo d’Israele, si sono sviati e voltati indietro” (Isaia 1:4). Figli che operano perversamente? Una malvagia generazione che ha abbandonato Dio? Ha un suono familiare tutto questo?

Gesù si riferì alla generazione dell’epoca come a una “generazione malvagia, adultera… perversa”. Diverso tempo dopo che Cristo risorse e fu salito al Padre, Pietro gridava contro i peccati di quella generazione, dicendo: “Hanno occhi pieni d’adulterio e non possono smetter di peccare… hanno il cuore esercitato alla cupidigia; sono figli di maledizione!” (2 Pietro 2:14).

In ognuna di queste passate generazioni, c’era uno spirito che faceva si che gli uomini abbandonassero e si ribellassero a Dio. La delinquenza minorile è esistita in ogni epoca passata. Gli ubriachi, le prostitute, e gli assassini hanno ostentato i loro peccati fin dall’inizio. Adulterio, divorzio, fornicazione, e tutte le altre iniquità della nostra generazione sono state praticate allo stesso modo come in passato. Il male è sempre stato presente. Satana è stato occupato in tutte le passate generazioni. Il diavolo ha cercato di tentare e imbrogliare Davide, Isaia, Paolo, e il popolo di Dio in ogni generazione, con la stessa forza con la quale cerca di divorare il popolo di Dio oggi. Nonostante tutto questo, Dio ha sempre avuto un residuo santo. Non importa quanto violenta e corrotta diventasse una generazione, Dio ha sempre avuto un popolo che è rimasto saldo fino alla fine. Lo spirito del loro tempo non li ha sommersi. Essi sono diventati forti e santi nel mezzo della persecuzione e del male. In ogni generazione ci sono stati alcuni che non hanno piegato le loro ginocchia davanti agli idoli del diavolo. Essi hanno continuato a camminare nella presenza di Dio con mani e cuori puri. Hanno rigettato il mondo e tutti i suoi piaceri e hanno guardato a Cristo quale premio delle loro vite.

Pensate che le passate generazioni non dovessero affrontare pornografia, spettacoli osceni, omosessualità ostentata, perversioni sessuali, e promiscuità? Che gli empi seduttori di oggi sono più potenti e hanno strumenti di seduzione più raffinati? In risposta a questo, dico che la natura di peccato umana è la stessa in ogni generazione. Folle erranti di omosessuali violenti trasformarono Sodoma in una delle città più malvage e pericolose del mondo. Quelle moltitudini omicide, tra cui c’erano molti giovani, cercarono di violentare degli ospiti di Lot, degli angeli (cfr. Genesi 19:4 e seg.).

Degli archeologhi hanno ritrovato disegni pornografici sulle mura di antichi scavi. Nella letteratura cinese vecchia di secoli dominavano le deviazioni sessuali e l’erotismo. Nel quattordicesimo secolo, gli scrittori parlavano in maniera allarmante dei giovani fuori controllo, disubbidienti ai genitori, pieni di ira, e pronti a distruggere coloro che si opponevano loro.

No! Non sono solo le riviste empie, i film indecenti, la TV corrotta. È più che uno spirito di malvagità quello che fa avere agli uomini occhi pieni di adulterio. La gente non si abbandona al peccato e viene trascinata via solo perché è diventata vittima di una schiacciante forza malefica.