Oggi ricordiamo l’Assunzione di Maria al cielo

assunzione di maria

Oggi ricordiamo l’Assunzione di Maria al cielo. La Mamma senza macchia di peccato (come e dopo Gesù) è l’unica persona a cui è stato concesso di essere in carne ed ossa, sin da subito, alla presenza di Dio, in Paradiso, per la vita eterna. Ed è questo in significato dell’Assunzione di Maria; ed è questo il segno del compimento della promessa, anche per noi, della risurrezione della carne, dopo il Giudizio Universale finale.

Anche gli ortodossi, nella stessa giornata, ricordano l’evento, definendolo “Dormitio Virginis”, ossia “Dormizione della Vergine”, riferendosi alla teoria (né negata, né affermata dal concetto di Assunzione) secondo la quale la Madonna non morì affatto, ma semplicemente cadde in un sonno molto profondo.

Quella dell’Assunzione, negata invece dai protestanti, è la celebrazione più antica, sia per la chiesa occidentale che per quella orientale, dedicata alla Madonna; è per noi, suoi figli, anche l’istante in cui Maria iniziò ad intercedere dal cielo per l’umanità tutta.

Secondo gli studi fatti, il primo a parlarne fu il Vescovo San Gregorio di Tours, nel VI.

Nel secolo successivo, San Giovanni Damasceno, diceva: “Era conveniente che colei che nel parto aveva conservato integra la sua verginità, conservasse integro da corruzione il suo corpo dopo la morte. Era conveniente che colei che aveva portato nel seno il Creatore fatto bambino, abitasse nella dimora divina. Era conveniente che la Sposa di Dio entrasse nella casa celeste. Era conveniente che colei che aveva visto il proprio figlio sulla Croce, ricevendo nel corpo il dolore che le era stato risparmiato nel parto, lo contemplasse seduto alla destra del Padre. Era conveniente che la Madre di Dio possedesse ciò che le era dovuto, a motivo di suo figlio, e che fosse onorata da tutte le creature, quale Madre e schiava di Dio.”.

Nello stesso secolo, il VII, anche altri due illustri teologi, San Germano di Costantinopoli, soprattutto, e San Giovanni, Arcivescovo di Tessalonica, portarono avanti il dogma che, tuttavia, fu reso ufficiale solo il 1° Novembre del 1950, da Papa Pio XII.

Facciamo notare che la festività di Ferragosto non ha nulla a che vedere con la tradizione mariana, indica, infatti, la “Feriae Augusti”, ossia “Il riposo di Augusto”, con cui l’Imperatore intendeva celebrare i raccolti e un conseguente periodo di riposo.

Preghiera per l’Assunzione di Maria al cielo

Sia benedetta, o Maria, l’ora nella quale foste invitata dal vostro Signore al cielo.
Ave Maria.

Sia benedetta, o Maria, l’ora nella quale foste assunta dagli Angeli santi in cielo.
Ave Maria.

Sia benedetta, o Maria, l’ora in cui tutta la corte celeste vi venne incontro.
Ave Maria.

Sia benedetta, o Maria, l’ora nella quale foste ricevuta con tanto onore in cielo.
Ave Maria.

Sia benedetta, o Maria, l’ora nella quale sedeste alla destra del vostro Figlio in cielo.
Ave Maria.

Sia benedetta, o Maria, l’ora nella quale foste coronata con tanta gloria in cielo.
Ave Maria.

Sia benedetta, o Maria, l’ora in cui vi fu dato il titolo di Figlia, Madre e Sposa del Re del cielo.
Ave Maria.

Sia benedetta, Maria, l’ora nella quale foste riconosciuta Regina suprema di tutto il cielo.
Ave Maria.

Sia benedetta, o Maria, l’ora nella quale tutti gli Spiriti e Beati del cielo vi acclamarono.
Ave Maria.

Sia benedetta, o Maria, l’ora nella quale foste costituita Avvocata nostra in cielo.
Ave Maria.

Sia benedetta, o Maria, l’ora nella quale cominciaste a intercedere per noi in cielo.
Ave Maria.

Sia benedetta. o Maria, l’ora nella quale vi degnerete di ricevere tutti in cielo.
Ave Maria.

Preghiamo: O Dio, che volgendo lo sguardo all’umiltà della Vergine Maria l’hai innalzata alla sublime dignità di madre del tuo unico Figlio fatto uomo e oggi l’hai coronata di gloria incomparabile, fa’ che, inseriti nel mistero di salvezza, anche noi possiamo, per sua intercessione, giungere fino a te, nella gloria del cielo. Per Cristo nostro Signore. Amen.

Antonella Sanicanti