Devozione del mese: Settembre è dedicato agli Angeli

Quale devozione seguire nel mese di Settembre? Il mese di Settembre è dedicato agli Angeli, agli esseri che ci sorvegliano, sin dalla creazione del mondo.

Angeli
photo web source

Il calendario della forma Straordinaria del Rito Romano indica una devozione per ogni mese dell’anno, scelta in base agli eventi che si ricordano in quel periodo specifico.
Così, Settembre è il mese dedicato alle creature che sono state poste accanto a noi, da Dio, perché ci proteggano, notte e giorno: gli Angeli.

Cosa vuol dire “Angelo”?

Il temine “Angelo” viene dal latino “Angelus”, che deriva dal greco “Aggelos”, ossia “messo”, “servitore”. Gli Angeli sono, dunque, messaggeri di puro spirito, forniti di intelligenza, volontà, sapienza, bellezza. Si differenziano a seconda dell’ufficio che svolgono al cospetto di Dio e sono distribuiti in 9 categorie dette “Cori”: Arcangeli, Angeli, Principati (prima gerarchia), Potestà, Virtù, Dominazioni (secondo gerarchia), Troni, Cherubini, Serafini (terza gerarchia).

Gli Angeli assumono una rilevanza straordinaria, come intermediari tra il divino e l’umano, tra il Creatore e le sue creature: stanno al cospetto di Dio e lo servono costantemente e comprendono, nel contempo, la precaria e difficile condizione di tutti noi, perché ci guardano e restano a nostra disposizione, per intervenire nelle nostre vite, se lo vogliamo.

Dunque, possiamo immaginare gli Angeli come una moltitudine di creature spirituali che, incessantemente, glorificano Dio e cooperano al suo disegno di salvezza, aiutando l’uomo nel suo pellegrinaggio terreno.
Sono citati in molti brani biblici, eccone alcuni: Angeli (Ap 5, 11; Dn 7, 10); Arcangeli (1 Ts 4, 16);  Principati (Ef 6, 12; Col 1, 16; Rm 8, 38; 1 Col 15, 24; Ef 1, 21; Col 2, 15; Col 2, 10; Ef 3, 10); Virtù (Ef 1, 21; 1 Pt); Potestà (Stessi testi dei Principati); Dominazioni (Col 1, 16; Ef 1, 21); Troni (Col 1, 16); Cherubini (Ez 10, 1-20; Gn 3, 24); Serafini (Is 6, 2-6).

“In verità in verità vi dico: vedrete il cielo aperto e gli Angeli di Dio salire e scendere sul Figlio dell’uomo” –dice il Vangelo di Giovanni.

Angeli
photo web source

“Non abbiate paura! Voi cercate Gesù Nazareno, il crocifisso. È risorto, non è qui. Ecco il luogo dove l’avevano deposto. Ora andate, dite ai suoi discepoli e a Pietro che Egli vi precede in Galilea, là lo vedrete, come vi ha detto” –dice l’Angelo che, nel Vangelo di Marco, annuncia la risurrezione di Cristo.

Ecco il nostro Angelo Custode

Il Catechismo della Chiesa Cattolica, sottolinea ciò che molti Santi hanno testimoniato: “L’esistenza degli esseri spirituali, incorporei, che la Sacra Scrittura chiama abitualmente Angeli, è una verità di fede. La testimonianza della Scrittura è tanto chiara, quanto l’unanimità della tradizione”.

Sappiamo, inoltre, che il Signore ha riservato un Angelo a ciascuna delle sue creature. Ognuno di noi è affidato ad un Angelo Custode, che non ha altro scopo, se non quello di attendere le nostre richieste di preghiera.
“Quando siete tentati, invocate il vostro Angelo. Lui vuole aiutare voi, più di quanto voi vogliate essere aiutati! Ignorate il diavolo e non abbiate paura di lui; trema e fugge alla vista del vostro Angelo Custode” , ci diceva San Giovanni Bosco.

Demoni
photo web source

Ci sono Angeli e Angeli: stiamo allerta!

Gli Angeli, esseri creati da Dio, molto prima dell’uomo, non rimasero tutti a lui devoti. Non dobbiamo dimenticare, infatti, che qualcuno di loro decise di seguire Lucifero (originariamente il più luminoso degli Angeli di Dio), nel suo superbioso intento di sostituirsi al Signore.
Questi, con a capo il malefico, sono detti Angeli decaduti o demoni e, ovviamente, agiscono secondo gli ordini del loro maestro.

Noi cristiani dovremmo anche ricordare sempre che ogni religione vanta una sorta di schiera angelica; anche le dottrine esoteriche appellano e invocano gli Angeli, dando loro, tra l’altro, gli stessi oneri che hanno per noi cristiani, confondendo di gran lunga la devozione.

Tutti parlano degli Angeli, ma, purtroppo, indistintamente.
Che gli Angeli siano esseri di puro spirito è certamente vero, come è vero possiamo “chiamarli” in nostro aiuto, ma dovremmo, per lo meno, assicurarci che condividano i nostri intendi, che cioè servono il nostro Dio cristiano e non qualcun altro. Sono moltissimi i Siti Web che traggono in inganno, in merito a questi argomenti: attenzione!

Preghiera all’Angelo Custode di San Pio

O santo Angelo Custode, abbi cura dell’anima mia e del mio corpo. Illumina la mia mente, perché conosca meglio il Signore e lo ami con tutto il cuore.

Assistimi nelle mie preghiere, perché non ceda alle distrazioni ma vi ponga la più grande attenzione. Aiutami con i tuoi consigli, perché veda il bene e lo compia con generosità.

Difendimi dalle insidie del nemico infernale e sostienimi nelle tentazioni, perché riesca sempre vincitore. Supplisci alla mia freddezza nel culto del Signore: non cessare di attendere alla mia custodia, finché non mi abbia portato in Paradiso, ove loderemo insieme il Buon Dio per tutta l’eternità. Amen.

 

Segui tutte le nostre News anche attraverso il nuovo servizio di Google News, CLICCA QUI

Antonella Sanicanti

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Lalucedimaria.it scrivendoci al seguente indirizzo: [email protected]